image_pdfimage_print

Carbonara di asparagi

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/asparagi/" rel="tag">asparagi</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/carbonara/" rel="tag">Carbonara</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/vegetariano/" rel="tag">vegetariano</a>Leave a comment
  • 15 Maggio 2018
  • Carbonara agli asparagi? Ebbene sì! Quando ti accorgi di aver fatto troppi strappi alla regola o forse più  semplicemente quando l’offerta di prodotti  sul banco ortofrutticolo si tinge dei nuovi profumi della primavera, inizi a ragionare in chiave vegetariana.  Così la classica carbonara si vede privare del tradizionale guanciale per accogliere ottimi asparagi di stagione, […]

    Carbonara agli asparagi? Ebbene sì! Quando ti accorgi di aver fatto troppi strappi alla regola o forse più  semplicemente quando l’offerta di prodotti  sul banco ortofrutticolo si tinge dei nuovi profumi della primavera, inizi a ragionare in chiave vegetariana.  Così la classica carbonara si vede privare del tradizionale guanciale per accogliere ottimi asparagi di stagione, semplicemente saltati in padella.  Resta solo un ostacolo!!!! Convincere un “carnivoro” che questa versione vegetariana è altrettanto valida e gustosa! Continue reading “Carbonara di asparagi”

    Gnocchi di patate alle zucchine e briciole di feta

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/briciole/" rel="tag">briciole</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/feta/" rel="tag">feta</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio-greco/" rel="tag">formaggio greco</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gnocchi/" rel="tag">Gnocchi</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate/" rel="tag">patate</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ragu-vegetale/" rel="tag">ragù vegetale</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/vegetariano/" rel="tag">vegetariano</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucchine/" rel="tag">zucchine</a>Leave a comment
  • 14 Gennaio 2017
  • Oggi vi propongo un piatto leggero e vegetariano. In questa cucina che corre da un estremo all’altro, al pari di un trenino sulle montagne russe, con a bordo tanti ingredienti alcuni prudenti e sani, altri sfrenati e coraggiosi. Ogni posto a sedere concede le sue emozioni, come ciascuno vive a modo suo l’esperienza culinaria. Il […]

    Oggi vi propongo un piatto leggero e vegetariano. In questa cucina che corre da un estremo all’altro, al pari di un trenino sulle montagne russe, con a bordo tanti ingredienti alcuni prudenti e sani, altri sfrenati e coraggiosi. Ogni posto a sedere concede le sue emozioni, come ciascuno vive a modo suo l’esperienza culinaria. Il piatto di oggi è  un po’ come il giro  sereno che precede o conclude la lunga serie di acrobazie! È leggero e delicato ma non tradisce le aspettative grazie alle zucchine cotte velocemente ad alta temperatura, per conservarne la consistenza ed il sapore e le briciole di feta che si sciolgono in bocca con una sferzata di energia.

    INGREDIENTI:

    • 1/2 kg di patate
    • 1 uovo intero + 1 tuorlo
    • 150 g di farina 00 + farina per la lavorazione
    • sale fino
    • 2 zucchine grandi
    • olio extravergine di oliva
    • 1 spicchio di aglio
    • pepe macinato fresco
    • 150 g di formaggio Feta

    PROCEDIMENTO:

    Lavare le patate sotto l’acqua corrente per eliminare i residui di terra. Immergere le patate in una pentola di acqua fredda salata e portare a bollore. Saranno cotte quando pungendole con una forchetta, i suoi rebbi riusciranno a penetrare con facilità. Scolare le patate, sbucciarle e schiacciarle a caldo, fino ad ottenere una purea. Lasciar intiepidire.

    Unire alle patate le uova, la presa di sale e la farina. Impastare fino a che il composto risulta omogeneo e abbastanza compatto per poterlo lavorare. Prelevare piccole parti dal composto, arrotolarle sulla spianatoia, fino a formare dei ” filoncini” lunghi, con un diametro di circa 2 cm. Tagliare piccoli frammenti con il coltello e passarli nella farina, per evitare che si attacchino.

    Passiamo alla preparazione del ragù vegetale.

    In un tegame capiente scaldare 3-4 cucchiai  di olio extravergine di oliva con lo spicchio di aglio. Prima che inizi a soffriggere unire le zucchine già lavate, spuntate e tagliate a cubetti piccoli.

    Aggiungere una presa di sale fino e pepe macinato fresco. Amalgamare bene il tutto poi proseguire la cottura a fiamma vivace, mescolando spesso fino a quando le zucchine saranno cotte e tenderanno a brunirsi sui margini. Spegnere la fiamma e tenere in caldo.

    Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, fino a che salgono a galla, poi raccoglierli con il mestolo a buchi e versarli direttamente nel tegame con il ragù di zucchine.  Aggiungere 1 mestolino dell’acqua di cottura e saltare in padella 2 minuti, per legare bene gli ingredienti.

    Impiattare, condire con un filo di olio extravergine di oliva a crudo e briciole di feta fresca. Servire caldo.

    Hamburger vegetariano con bietola Svizzera ripassata in padella e tomino

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/bietola/" rel="tag">bietola</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/bietola-svizzera/" rel="tag">bietola svizzera</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/hamburger/" rel="tag">Hamburger</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tomino/" rel="tag">tomino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/vegetariano/" rel="tag">vegetariano</a>Leave a comment
  • 18 Agosto 2016
  • Quest’anno nel mio prezioso orticino hanno fatto capolino le bietole svizzere con i loro sgargianti colori e sapore deciso. Le ho osservate crescere tra mille peripezie, eppure dopo la grandine e gli assalti delle lumache, sono giunte in cucina, quasi indenni. Ispirata dai loro colori ho deciso di utilizzarle per realizzare il mio primo hamburger […]

    Quest’anno nel mio prezioso orticino hanno fatto capolino le bietole svizzere con i loro sgargianti colori e sapore deciso. Le ho osservate crescere tra mille peripezie, eppure dopo la grandine e gli assalti delle lumache, sono giunte in cucina, quasi indenni. Ispirata dai loro colori ho deciso di utilizzarle per realizzare il mio primo hamburger vegetariano, semplice e vigoroso, in un mix di colori e sapori.

    Non resta che sporcarsi le mani di farina per impastare i deliziosi hamburger fatti in casa e saltare in padella le bietoline multicolor, già coccolate e lavate dall’acqua fresca. A completare il mio super panino giunge un tomino scaldato sulla piastra per regalare il suo cuore morbido e filante morso dopo morso.

    INGREDIENTI per 4 PERSONE:

    • 1 mazzetto di bietola Svizzera
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 filo di olio extravergine di  oliva
    • pepe macinato fresco
    • sale fino
    • 4 tomini
    • 4 panini da hamburger ( vedi ricetta alla voce “hamburger” delle “categorie”).

    image

    PROCEDIMENTO:

    Lavare bene le foglie di bietola svizzera sotto acqua corrente fresca e tagliarle a pezzettoni.

    In una padella scaldare un filo di olio extravergine di oliva con uno spicchio di aglio. Versarvi le bietole, coprire con un coperchio e abbassare la fiamma, affinché le foglie rilascino i propri liquidi. Girare spesso, per evitare che attacchino, salare e pepare. Terminata la cottura, tenere in caldo.

    image

    Scaldare la piastra ( o un tegame antiaderente) e  tostare appena i panini da hamburger tagliati a metà, poi mantenerli in caldo.

    Adagiare ora sulla piastra calda i tomini e lasciar tostare anche questi a fiamma dolce, girandoli con delicatezza, quando risulteranno più teneri, sono pronti.

    image

    A questo punto possiamo iniziare ad assemblare i nostri hamburger adagiando sulla base le bietoline ripassare in padella prima e a seguire il tomino caldo.
    image image

    Chiudere l’hamburger con la restante metà del panino e servire caldo. Magari accompagnandolo con una buona birra fresca.