image_pdfimage_print

Strudel di salmone all’aneto e finocchietto con chips di patate.

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/aneto/" rel="tag">aneto</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/chips/" rel="tag">Chips</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/finocchietto-selvatico/" rel="tag">finocchietto selvatico</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio-spalmabile/" rel="tag">formaggio spalmabile</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/marinatura/" rel="tag">marinatura</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pasta-sfoglia/" rel="tag">pasta sfoglia</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate-viola/" rel="tag">patate viola</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/salmone-affumicato/" rel="tag">salmone affumicato</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/semi-di-papavero/" rel="tag">semi di papavero</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/senape-di-dijon/" rel="tag">senape di dijon</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/senape-forte/" rel="tag">senape forte</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/strudel/" rel="tag">strudel</a>Leave a comment
  • 27 Settembre 2016
  • Per la ricetta di oggi i miei filetti di salmone affumicato, opportunamente marinati all’aneto, indossano il vestito da sera e giungono sulla tavola in un piatto elegante e gustoso, con un vero corteo di Chips di patate classiche e viola. Perfetto per un antipasto o come piatto unico per la cena. INGREDIENTI per 4 PERSONE: […]

    Per la ricetta di oggi i miei filetti di salmone affumicato, opportunamente marinati all’aneto, indossano il vestito da sera e giungono sulla tavola in un piatto elegante e gustoso, con un vero corteo di Chips di patate classiche e viola. Perfetto per un antipasto o come piatto unico per la cena.

    INGREDIENTI per 4 PERSONE:

    •  1 foglio di pasta sfoglia
    • 2 filetti di salmone affumicato
    • 1 cucchiaio di semi di aneto essiccato
    • 3 cucchiaini di senape di Dijon forte
    • 100 g di formaggio spalmabile
    • 1 mazzetto di finocchietto selvatico fresco
    • olio extravergine di oliva
    • pepe macinato fresco
    • 1 tuorlo d’uovo
    • sale fino
    • aglio
    • semi di papavero
    •  patate a pasta gialla e viola
    • rosmarino fresco

    PROCEDIMENTO:

    Iniziamo con la marinatura del salmone. Almeno 1 ora prima di preparare lo strudel,  pestare nel mortaio i semi di aneto. Con il trito ottenuto, una generosa macinata di pepe fresco e 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva massaggiare i filetti di salmone affumicato, già privati della pelle. Coprire con pellicola e lasciar riposare in frigorifero.

    image

    Passiamo alla preparazione delle chips di contorno. Pelare le patate e tagliarle a fette sottili di 1-2 mm, disporle in uno stampo foderato di carta forno, facendo attenzione a non sovrapporle troppo. Salare, pepare, aggiungere rosmarino fresco, un pizzico di aglio in polvere o 1 spicchio di aglio fresco, secondo il vostro gusto, condire con un filo di olio extravergine di oliva e infornare a 180 gradi per 10 minuti in forno statico e con funzione ventilata per altri 15 minuti.

    Intanto passiamo alla preparazione della crema per il condimento. In una ciotola amalgamare bene il formaggio spalmabile e la senape di Dijon.

    image

    Stendere il foglio di pasta sfoglia, tagliarlo a metà, ricavando così 2 rettangoli uguali. Spalmare su ciascuno 1 cucchiaio di salsa alla senape.

    image

    Procedere con la composizione dello strudel. Sovrapporre alla salsa i filetti di salmone marinati, spalmarli con la restante salsa alla senape e per finire, unire qualche rametto di finocchietto selvatico.

    image

    Chiudere i fogli di pasta sfoglia, sovrapponendoli soltanto sulla lunghezza, affinché possa rimanere al vertice un ‘apertura che consenta all’umidità in eccesso di fuoriuscire, mentre sigilleremo bene le estremità brevi.

    image

    Sbattere il tuorlo d ‘uovo con un pizzico di sale e utilizzarlo per spennellare la superficie degli strudel. Guarnire con i semi di papavero.

    image

    Infornare a 180 gradi con funzione ventilata per 15-20 minuti,  o fino a quando la sfoglia sarà  dorata.

    image

    Sfornare, lasciare riposare 5 minuti, poi servire con le chips di contorno.

    image

    CONSIGLIO: se la gradite, potete preparare il doppio della salsa alla senape, per gustarla fresca anche durante la cena.

    Se preferite potete sviluppare la ricetta anche in monoporzioni, ad esempio per più commensali. Basterà tagliare sia i filetti di salmone, che la pasta sfoglia in tranci più piccoli. Otterremo tanti mini strudel.

     

    Gnocchi di ricotta ai fiori dell’orto e semi di papavero

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/borragine/" rel="tag">borragine</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/cavolo-cappuccio/" rel="tag">cavolo cappuccio</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/edibili/" rel="tag">edibili</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori/" rel="tag">fiori</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori-di-zucca/" rel="tag">fiori di zucca</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gnocchi/" rel="tag">Gnocchi</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ricotta/" rel="tag">ricotta</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rucola/" rel="tag">rucola</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/semi-di-papavero/" rel="tag">semi di papavero</a>Leave a comment
  • 14 Giugno 2016
  • Giornate di sole e spirito bucolico vanno di pari passo. La bella stagione e il sole che finalmente scalda la pelle, mi hanno vista tornare nel mio piccolo adorato orto. Un mondo magico e incantato, dove ogni pensiero vola via. Nessuna paura, solo rispetto puro tra me intenta a svolgere i miei lavori di manutenzione […]

    Giornate di sole e spirito bucolico vanno di pari passo. La bella stagione e il sole che finalmente scalda la pelle, mi hanno vista tornare nel mio piccolo adorato orto. Un mondo magico e incantato, dove ogni pensiero vola via. Nessuna paura, solo rispetto puro tra me intenta a svolgere i miei lavori di manutenzione e le api che mi ronzano intorno, altrettanto intente a compiere il proprio dovere tra pollini e profumi di ogni tipo. La voglia di godere di questa straordinaria natura e’ tanta ma gli ortaggi sono ancora un troppo acerbi, così osservando le api laboriose nella mia mente si fa strada una nuova ricetta che prevede proprio l’utilizzo dei fiori dell’orto. Piante montate a seme e fiori pazientemente colti e conservati in freezer dalla primavera, come fossero gioielli, certa che presto avrebbero vissuto il loro momento di celebrità.  Così e’ nata l’eleganza di questi gnocchi soffici come nuvole, dal sapore delicato di ricotta, saltati in un mix di fiori dell’orto e burro fuso, con sorprendenti sapori.

    image image

    INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

    • 250 g di ricotta ( di mucca o pecora, secondo il vostro gusto)
    • 100 g di parmigiano a media stagionatura
    • 40 g di farina 00
    • 20 g di fecola di patate PANEANGELI
    • una generosa grattugiata di noce moscata
    • 1 uovo
    • fiori edibili  misti dell’orto (  di malva, di zucchina,  di borragine, di rucola, di lattuga, di basilico e di cavolo cappuccio viola)
    • 40 g di burro
    • 1 spicchio di aglio in camicia
    • 1 cucchiaino di dado vegetale (io ho usato quello fatto in casa)
    • semi di papavero
    • pepe macinato fresco
    • sale
    • 1 cucchiaio di olio d’oliva

    PROCEDIMENTO:

    In una ciotola lavorare bene con la spatola la ricotta, fino ad ottenere una crema soffice, poi aggiungere il parmigiano grattugiato, la farina, la fecola , la noce moscata grattugiata fresca ed infine l’uovo. Amalgamare bene il tutto.

    image

    Il risultato è un composto omogeneo e molto soffice. Mettere da parte in attesa che l’acqua di cottura inizi a bollire.

    image

    Intanto in un tegame sciogliere Il burro con uno spicchio di aglio in camicia, aggiungervi i fiori che abbiamo scelto per la ricetta, dopo averli lavati, scolati e tagliato a listarelle i più grandi, come ad esempio i fiori di zucca che dovranno anche essere privati del pistillo.

    image

    Saltarli 1 minuto nel burro, con il cucchiaino di dado vegetale e una macinata di pepe fresco, poi spegnere il fuoco.

    Quando l’acqua bolle, salarla, aggiungere il cucchiaio di olio e con l’aiuto di un cucchiaino o se preferite con la tasca da pasticcere  per una forma più regolare, iniziare a creare gli gnocchi, facendoli cadere direttamente nella’acqua in ebollizione. Mescolare di tanto in tanto e proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti. Quando salgono in superficie sono cotti, raccoglierli con il mestolo a buchi e versarli direttamente nel tegame con il burro e i fiori.

    image

    Saltarli 1 minuto con il condimento, se necessario aggiungere 1/2 mestolo dell’acqua di cottura per legare meglio i componenti. Impiattare caldo  decorando con semi di papavero e se gradite, qualche fiore fresco.

    CONSIGLIO: Esistono moltissimi fiori edibili, on line potete trovare la lista completa, non solo dei classici da orto, ma anche delle piante da giardino. Se invece preferite una ricetta più tradizionale, potete realizzarla anche con i soli fiori di zucca, il risultato sarà comunque molto gradevole.

    L’impasto degli gnocchi non prevede volutamente l’aggiunta di sale, in quanto il sapore e’ già garantito dal parmigiano a media stagionatura.