image_pdfimage_print

Patate ratte al rosmarino, in padella di ghisa

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/dal-burro/" rel="tag">dal burro</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ghisa/" rel="tag">ghisa</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patata/" rel="tag">Patata</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate/" rel="tag">patate</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ratta/" rel="tag">ratta</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ratte/" rel="tag">ratte</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>Leave a comment
  • 29 Maggio 2019
  • Mi è capitato spesso di sentir parlare  delle patate ratte ma sinceramente non sapevo quali caratteristiche particolari avessero. Mi sono imbattuta in loro per la prima volta alla tradizionale fiera di primavera che si tiene al castello di Paderna  a Pontenure di Piacenza.

    Mi è capitato spesso di sentir parlare  delle patate ratte ma sinceramente non sapevo quali caratteristiche particolari avessero. Mi sono imbattuta in loro per la prima volta alla tradizionale fiera di primavera che si tiene al castello di Paderna  a Pontenure di Piacenza. Continue reading “Patate ratte al rosmarino, in padella di ghisa”

    Trancio di merluzzo alle erbe, affumicato con ciliegio

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/affumicato/" rel="tag">affumicato</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/affumicatore/" rel="tag">Affumicatore</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/affumicatura/" rel="tag">affumicatura</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ciliegio/" rel="tag">ciliegio</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/erbe-aromatiche/" rel="tag">erbe aromatiche</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/legno/" rel="tag">legno</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/merluzzo/" rel="tag">Merluzzo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pesce/" rel="tag">pesce</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ruta/" rel="tag">ruta</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/salvia/" rel="tag">salvia</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/trancio/" rel="tag">trancio</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/trucioli/" rel="tag">trucioli</a>Leave a comment
  • 13 Dicembre 2018
  • Fine turno, corsa rapida al supermercato vicino, poco tempo per cucinare ma tanta, davvero tanta voglia di qualcosa di sfizioso.

    Fine turno, corsa rapida al supermercato vicino, poco tempo per cucinare ma tanta, davvero tanta voglia di qualcosa di sfizioso. Continue reading “Trancio di merluzzo alle erbe, affumicato con ciliegio”

    Spiedini di pollo e limone alla griglia marinati con rosmarino

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/barbecue/" rel="tag">barbecue</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/griglia/" rel="tag">griglia</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/limone/" rel="tag">limone</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/petto-di-pollo/" rel="tag">petto di pollo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pollo/" rel="tag">Pollo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/spiedini/" rel="tag">spiedini</a>Leave a comment
  • 23 Maggio 2018
  • In questa stagione folle, tra nubi e temporali un breve spiraglio di sole in fascia serale è l’occasione giusta per accendere la griglia e preparare una buona cenetta.

    In questa stagione folle, tra nubi e temporali un breve spiraglio di sole in fascia serale è l’occasione giusta per accendere la griglia e preparare una buona cenetta. Continue reading “Spiedini di pollo e limone alla griglia marinati con rosmarino”

    Tagliata di tonno in crosta alle erbe

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/alloro/" rel="tag">alloro</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/basilico/" rel="tag">basilico</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/erba-cipollina/" rel="tag">erba cipollina</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/erba-pepe/" rel="tag">erba pepe</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/erbe-aromatiche/" rel="tag">erbe aromatiche</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/in-crosta/" rel="tag">in crosta</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/origano/" rel="tag">origano</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/panatura/" rel="tag">panatura</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/prezzemolo/" rel="tag">prezzemolo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/salvia/" rel="tag">salvia</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tagliata-di-tonno/" rel="tag">tagliata di tonno</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tonno/" rel="tag">Tonno</a>Leave a comment
  • 15 Settembre 2017
  • Ecco un’altra ricettina semplice semplice e veloce per gustare una buona tagliata di tonno, con tutti i profumi delle erbe aromatiche fresche. Io ho creato un mix di tutte quelle che sono presenti nel mio orticino, ma potete utilizzarne anche altre o solo alcune, privilegiando il sapore di un’aromatica che amate maggiormente. Perciò libero sfogo […]

    Ecco un’altra ricettina semplice semplice e veloce per gustare una buona tagliata di tonno, con tutti i profumi delle erbe aromatiche fresche. Io ho creato un mix di tutte quelle che sono presenti nel mio orticino, ma potete utilizzarne anche altre o solo alcune, privilegiando il sapore di un’aromatica che amate maggiormente. Perciò libero sfogo ai profumi della natura e alla fantasia, ma soprattutto buon appetito!

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

    • 4 tranci di tonno
    • pangrattato 6 cucchiai
    • 1 mazzetto di erbe aromatiche fresche a piacere ( prezzemolo, rosmarino, basilico, salvia, erba pepe, erba cipollina, aglio, alloro, origano)
    • pepe macinato fresco
    • sale fino
    • olio extravergine di oliva

    PROCEDIMENTO:

    Nel mixer tritare le erbe aromatiche fresche, già lavate e scolate, con il pangrattato.

    Versare il trito in un piatto, aggiungere sale e pepe macinato fresco, poi amalgamare. Impanare i tranci di tonno nel pangrattato alle erbe, facendo aderire bene la panatura su tutti i lati, premendola anche un po’ con le mani.

    Scaldare una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva.

    Adagiarvi le tagliate e cuocerle per 1-2 minuti per lato, poi con l’aiuto della pinza, scottare velocemente i tranci anche sui bordi. Servire caldo con un filo di olio extravergine a crudo e contorno a piacere.

    CONSIGLIO: Per il corretto consumo del tonno in sicurezza, va sempre rispettata la regola delle 96 ore di gelo, seguita da un lento scongelamento in frigo, per debellare il batterio Anisakis. (Solo il cuore del trancio di tonno non viene raggiunto dal calore durante la cottura).

     

    Arrosto di manzo alle pesche, rosmarino e pepe di Sichuan

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/arrosto/" rel="tag">arrosto</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/manzo/" rel="tag">manzo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pepe-di-sichuan/" rel="tag">Pepe di sichuan</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pesche/" rel="tag">pesche</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pesche-noce/" rel="tag">pesche noce</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>Leave a comment
  • 17 Agosto 2017
  • Per la ricetta di questa sera ho unito due ingredienti che amo molto. Un buon trancio di polpa di manzo cotto al forno come nelle più antiche tradizioni casalinghe, si circonda di tante fettine di pesca noce sode e mature per amalgamare i propri succhi. Ho completato questo abbraccio di profumi utilizzando per la prima […]

    Per la ricetta di questa sera ho unito due ingredienti che amo molto. Un buon trancio di polpa di manzo cotto al forno come nelle più antiche tradizioni casalinghe, si circonda di tante fettine di pesca noce sode e mature per amalgamare i propri succhi. Ho completato questo abbraccio di profumi utilizzando per la prima volta qualche granello di pepe di Sichuan, che ben si abbina alla dolcezza della frutta. Così ecco giungere sulla tavola un arrosto elegante e profumato che ben rappresenta le calde giornate d’estate.

    INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

    •  1 trancio di polpa di manzo di circa 1 Kg
    • 3 pesche noce mature
    • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
    • 2 rametti di rosmarino
    • 1 cucchiaio di pepe di Sichuan in grani
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 dado classico ( o sale q.b.)
    • olio extravergine di oliva

    PROCEDIMENTO:

    Disporre l’arrosto in una pirofila da forno con un filo di olio extravergine di oliva e lo spicchio di aglio.

    Aggiungere le pesche tagliate a fette, il rosmarino, il dado classico il pepe di Sichuan e per ultimo il vino bianco.

    Infornare  a 180 gradi in modalità statica per 90 minuti circa, ricordandosi di girare l’arrosto sull’altro lato verso metà cottura per permetterne una cottura uniforme e insaporire bene la polpa.

    Terminata la cottura estrarre l’arrosto dal forno, tagliarlo a fette sottili, di circa 1 cm e servire caldo con qualche fetta di pesca arrostita.

    CONSIGLIO: io ho usato le pesche noce per questa ricetta, perché disponevo di queste, ma le consiglio poiché la buccia aiuta a mantenere la forma delle fettine per poterle servire con la carne.

    Pancia di maiale al forno con anice stellato, cannella e rosmarino

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/anice-stellato/" rel="tag">anice stellato</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/brodo/" rel="tag">brodo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/cannella/" rel="tag">cannella</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/cotenna/" rel="tag">cotenna</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/croccante/" rel="tag">croccante</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pancetta/" rel="tag">pancetta</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pancia-di-maiale/" rel="tag">pancia di maiale</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tagli-poveri/" rel="tag">tagli poveri</a>Leave a comment
  • 4 Luglio 2017
  • La cucina e’ un po’ come la moda, tutto torna. Ne sono un esempio i tagli di carne più poveri e sottovalutati, un tempo ampiamente usati per non sprecare nulla e per risparmiare qualche soldo prezioso. Oggi tornano nelle cucine di tutto il mondo, senza entrare dalla porta di servizio, bensì avanzando fieri sul glorioso […]

    La cucina e’ un po’ come la moda, tutto torna. Ne sono un esempio i tagli di carne più poveri e sottovalutati, un tempo ampiamente usati per non sprecare nulla e per risparmiare qualche soldo prezioso. Oggi tornano nelle cucine di tutto il mondo, senza entrare dalla porta di servizio, bensì avanzando fieri sul glorioso tappeto rosso. Proprio così, perché ora sono stati riquotati dai grandi chef, che professano l’importanza della qualità nella scelta delle materia prime e mettono la propria esperienza ed il proprio estro anche al servizio di quei tagli di carne che richiedono un po’  di dedizione e cura, per ricevere in cambio un  sapore eccellente.

    Cosi’ guardando i tanti cooking show, spesso ho visto cucinare enormi tranci di pancia di maiale con relativa cotenna, spingendomi a considerare la classica pancetta sotto una nuova luce  e non solo come fettina sottile da cucinare alla brace.

    Quando il mio termometro della curiosità ha raggiunto il suo picco massimo, ho cercato in macelleria questo trancio unico e mi sono divertita a cucinare la mia prima pancia di maiale al forno con profumate spezie, ma soprattutto ottenendo il tanto sperato effetto che in ogni puntata decantano…… croccante la cotenna, mentre il resto si scioglie in bocca! Ebbene è proprio così, quasi non ci credevo. L’esperimento è felicemente riuscito, tuttavia si tratta di un piatto molto sostanzioso, per cui ne basta proprio un’assaggio.

    INGREDIENTI:

    • 1 trancio di pancia di maiale
    • 4 rametti di rosmarino
    • 1 manciata di stelle di anice stellato (non in polvere)
    • 2 bastoncini piccoli di cannella
    • olio extravergine di oliva
    • pepe macinato fresco
    • 1 spicchio di aglio
    • 2 cucchiai di sale grosso
    • 1 bicchiere di vino rosso
    • 1 litro circa di brodo

    PROCEDIMENTO:

    Controllare la cotenna, per rimuovere eventuali residui di peli con la pinzetta. Terminata questa operazione, lavare bene il trancio ed asciugarlo. Con un coltello affilato incidere la cotenna facendo tagli paralleli in direzioni obliqua, alla distanza di circa 2 cm l’uno dall’altro. ( vedi foto)

    Preparare un misto di sale grosso e pepe macinato fresco, amalgamare, poi massaggiare la cotenna con il misto ottenuto, facendolo penetrare bene anche nelle fessure che si sono create tra i tagli.

    In un tegame che possa anche andare in forno, scaldare un filo di olio extravergine di oliva  con i rametti di rosmarino, l’anice stellato, la cannella e lo spicchio di aglio.

    Quando le spezie iniziano a sfrigolare adagaiarvi la pancetta dal lato della cotenna, premendola leggermente. Farla rosolare 2 minuti a fiamma viva, poi girare il trancio e rosolare anche l’altro lato.

    Aggiungere il vino rosso, lasciare evaporare, poi versare il brodo fino a coprire circa 2/3 dello spessore della pancetta. Riportare a bollore, quindi trasferire il tegame nel forno preriscaldato a 180 gradi per 2 ore.

    Dopo 2 ore, estrarre dal forno, lasciare riposare qualche minuto, poi affettare sottile o tagliare a cubetti, servire  con un cucchiaio del proprio fondo di cottura, assicurandosi che ogni commensale abbia il suo pezzetto di cotenna croccante da sgranocchiare!

     

    Focaccia integrale al farro con pasta madre all’olio d’oliva, rosmarino e sale all’arancia

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/arancia/" rel="tag">arancia</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/farina/" rel="tag">farina</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/farro/" rel="tag">farro</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/focaccia/" rel="tag">Focaccia</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/integrale/" rel="tag">integrale</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/olio-extravergine-di-oliva/" rel="tag">olio extravergine di oliva</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pasta-madre/" rel="tag">pasta madre</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rimacinata/" rel="tag">rimacinata</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sale-aromatizzato/" rel="tag">Sale aromatizzato</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/semola/" rel="tag">semola</a>Leave a comment
  • 8 Maggio 2017
  • Per il rinfresco di oggi della pasta madre, ho scelto di preparare una bella focaccia rustica, a base di farro che si arricchisce dei profumi tipici del mediterraneo. Una semplice esecuzione seguita dalla lunga lievitazione nel tepore del forno per coccolare la pasta madre e farle eseguire il suo lavoro, poi il condimento semplice con […]

    Per il rinfresco di oggi della pasta madre, ho scelto di preparare una bella focaccia rustica, a base di farro che si arricchisce dei profumi tipici del mediterraneo. Una semplice esecuzione seguita dalla lunga lievitazione nel tepore del forno per coccolare la pasta madre e farle eseguire il suo lavoro, poi il condimento semplice con buon olio  extravergine d’oliva, rosmarino fresco e un sale aromatizzato all’arancia. Il resto del lavoro tocca al forno, che immortala l’opera, spande profumo per la casa e cede a noi un enorme focaccia, non resta che tagliarla a quadrotti e gustarle così in semplicità o abbinata a formaggi teneri ed affettati.

    INGREDIENTI:

    • 280 g di farina di farro
    • 100 g di farina 0
    • 120 g di semola rimacinata
    • 200 g di pasta madre integrale già rinfrescata
    • 1 cucchiaio di miele
    • 1 cucchiaino di sale fino
    • 350 ml di acqua tiepida
    • olio extravergine di oliva di buona qualità
    • 1-2 rametti di rosmarino fresco
    • sale aromatizzato all’arancia

     

    PROCEDIMENTO:

    Dopo il rinfresco della pasta madre lasciarla riposare circa 1 ora a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo, stemperare i 200 g di pasta madre con l’acqua tiepida. Io ho versato tutto nel boccale della macchina per il pane e ho utilizzato il programma per impasti lievitati, affinché amalgamasse bene e a lungo il mio impasto.

    Aggiungere gradualmente la farina 0, la farina di farro e la semola rimacinata, poi amalgamare ancora. Quando la farina ha assorbito la quota liquida ed il composto inizia a legarsi, aggiungere il miele e il sale, poi proseguire con il ciclo dell’impastatrice per circa 30 minuti.

    Lasciare riposare 1 ora. Trascorso il primo tempo di lievitazione, foderare la teglia del forno con apposita carta e stendervi l’impasto della focaccia.

    Posizionare la teglia  nel forno chiuso e lasciare lievitare per almeno 12 ore. A lievitazione avvenuta, estrarre la teglia dal forno. La focaccia avrà aumentato il proprio volume ed è giunto il momento di completarla con il condimento, pre poi cuocerla.

    Con delicatezza spennellare la superficie con olio d’oliva extravergine, distribuire in modo uniforme le foglie di rosmarino fresco e salare con il sale aromatizzato all’arancia.

    Infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti, poi terminare la cottura con altri 5 minuti con funzione ventilata, per dorare la superficie e rendere la focaccia più fragrante.

    Sfornare, lasciare intiepidire e servire tagliata a quadretti, magari accompagnandola con formaggi teneri ed affettati.

    CONSIGLIO: se non disponete di sale aromatizzato all’arancia, potete ottenere lo stesso risultato guarnendo la focaccia con un cucchiaio di sale grosso, preventivamente macinato con un poco di scorza d’arancia fresca, mentre la pasta madre ottenuta da farine integrali, può tranquillamente essere sostituita dalla tradizionale pasta madre bianca, mantenendo gli stessi dosaggi.

    Tagliatelline al teroldego con burro salato, parmigiano e patate

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/amido/" rel="tag">amido</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/burro-salato/" rel="tag">burro salato</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pasta-fresca/" rel="tag">pasta fresca</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate/" rel="tag">patate</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tagliatelline/" rel="tag">Tagliatelline</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tagliolini/" rel="tag">tagliolini</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/teroldego/" rel="tag">teroldego</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/vino/" rel="tag">vino</a>Leave a comment
  • 5 Aprile 2017
  • Un piatto semplice per assaggiare un prodotto acquistato in montagna. Tra le tante proposte culinarie e i souvenir il mio occhio cade su queste tagliatelline al Teroldego della Val di Non. Il loro colore purpureo spicca e mi ingolosisce. Le acquisto senza pensarci troppo e le ripongo in dispensa dove rimarranno quel tanto che basta […]

    Un piatto semplice per assaggiare un prodotto acquistato in montagna. Tra le tante proposte culinarie e i souvenir il mio occhio cade su queste tagliatelline al Teroldego della Val di Non. Il loro colore purpureo spicca e mi ingolosisce. Le acquisto senza pensarci troppo e le ripongo in dispensa dove rimarranno quel tanto che basta per maturare l’idea di un condimento che renda loro giustizia. Dopo tanti pensieri più o meno creativi, mi ricordo che la montagna è fatta di sapori semplici, ingredienti genuini e della tradizione contadina. Così eccomi lì ai fornelli con le mie invitanti tagliatelline rosse, semplice burro fuso, patate tagliate a cubetti, buon parmigiano e un leggero sentore di rosmarino per non coprire il sapore delicato di queste tagliatelline.

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE

    • 400 g di tagliatelline aromatizzate al Teroldego
    • 2 patate grandi
    • 100 g di burro salato
    • parmigiano stagionato q.b.
    • pepe macinato fresco
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 rametto di rosmarino

     

    PROCEDIMENTO:

    Pelare le patate e tagliarle a cubetti piccoli, versarle nella pentola in cui cuoceremo  le tagliatelline e riempire di acqua fredda. Portare a bollore.

    In un tegame a parte sciogliere il burro salato con lo spicchio di aglio, e le foglie di rosmarino tritate fini.

    Quando l’acqua inizierà a bollire, salarla e calare le tagliatelline. Cuocere come da indicazione della casa produttrice, scolandole un po’ al dente e tenendo da parte 1 mestolino dell’acqua di cottura.

    Versare le taglatelline con i cubetti di patata nel burro fuso,  irrorare con il mestolo di acqua della cottura e legare su fiamma viva per 1-2 minuti, amalgamando bene gli ingredienti. Se necessario regolare di sale.  Guarnire con parmigiano grattugiato e pepe macinato fresco. Servire caldo.

     

     

     

     

    Faraona alle mele Renette

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/faraona/" rel="tag">Faraona</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/marsala/" rel="tag">Marsala</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/mele/" rel="tag">Mele</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/renette/" rel="tag">renette</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>Leave a comment
  • 24 Gennaio 2017
  • In questi giorni di tristezza in cui la natura si ribella, tanta gente sta soffrendo mentre tanta altra gente lotta con tutte le proprie forze e il proprio coraggio per aiutarle. Chi è lontano guarda incredulo le immagini che passano incessantemente in televisione ed ascolta le voci spezzate di chi ha perso tutto, anche i […]

    In questi giorni di tristezza in cui la natura si ribella, tanta gente sta soffrendo mentre tanta altra gente lotta con tutte le proprie forze e il proprio coraggio per aiutarle. Chi è lontano guarda incredulo le immagini che passano incessantemente in televisione ed ascolta le voci spezzate di chi ha perso tutto, anche i propri cari. Sento una morsa al cuore, un senso di impotenza per tanto dolore che in qualche modo il tempo sanerà ma con evidenti cicatrici. In questi momenti trovo più che mai consolatorio e rassicurante chiudermi nella mia cucina. La mente divaga, arriva in quei luoghi mentre le mani lavorano da sé e si destreggiano tra piatti nostalgici. Oggi non ho voglia di innovazione, oggi cerco solo il calore di un abbraccio, la serenità della routine o forse addirittura la noia che vorrei portare in quei posti cancellando tutto il dolore e spingendo con tutte le mie forze all’indietro le lancette dell’orologio. Un abbraccio.

    INGREDIENTI:

    •  1 faraona tagliata in parti
    • 3 mele renette
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • 20 ml di marsala
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 rametto di rosmarino
    • pepe macinato fresco
    • olio extravergine di oliva
    • 1 dado classico

    PROCEDIMENTO:

    Lavare bene i tranci di faraona e con l’aiuto di una pinzetta o fiammeggiando, eliminare gli eventuali residui di piume.

    In un tegame capiente versare un filo di olio extravergine di oliva, lo spicchio di aglio e adagiarvi le parti di faraona già pulite. Rosolare a fiamma viva per 1 minuto, poi aggiungere il rosmarino, il pepe, il dado sbriciolato e sfumare infine con il vino bianco e il Marsala.

    Aggiungere le mele già private di buccia e torsolo, tagliate a pezzettoni. Chiudere con il coperchio e proseguire la cottura per circa 1 ora, ricordandovi di girare i tranci di faraona a metà cottura.

    Dopo circa 1 ora rimuovere il coperchio e lasciare restringere/rosolare il fondo di cottura.

    Servire caldo con 1-2 cucchiai di mela cotta accanto.

    Bocconcini di pollo alle albicocche essicate

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/albicocche/" rel="tag">albicocche</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/albicocche-essiccate/" rel="tag">albicocche essiccate</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/albicocche-secche/" rel="tag">albicocche secche</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/bocconcini/" rel="tag">bocconcini</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/curcuma/" rel="tag">curcuma</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/petto-di-pollo/" rel="tag">petto di pollo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pollo/" rel="tag">Pollo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rosmarino/" rel="tag">rosmarino</a>Leave a comment
  • 16 Dicembre 2016
  • Avete presente quando facendo la spesa, vi assale la voglia di bio, di alimentazione sana, di vitamine, fibre ecc, ecc.  Ti perdi tra le file del supermercato e torni a casa con almeno 3 buste della spesa. Inizi a riporre tutto tra frigorifero e dispensa, per poi accorgerti che almeno 3-4 prodotti “insoliti” hanno abitato […]

    Avete presente quando facendo la spesa, vi assale la voglia di bio, di alimentazione sana, di vitamine, fibre ecc, ecc.  Ti perdi tra le file del supermercato e torni a casa con almeno 3 buste della spesa. Inizi a riporre tutto tra frigorifero e dispensa, per poi accorgerti che almeno 3-4 prodotti “insoliti” hanno abitato i tuoi pensieri, per poi tuffarsi nel carrello. Che dire mi ritrovo con una confezione di albicocche essiccate, ricche di vitamine, non lo voglio certo negare, ma non sono imbustate singolarmente, come piccoli snack e una volta aperte, tutte queste “vitamine” in quanto le consumo per non lasciarle deteriorare? La golosità inizia a farsi strada e la risposta alla mia domanda si riassume in un numero di giorni molto basso. Penso alle feste, ai preparativi, alle tante calorie che si assumeranno e mi assalgono i sensi di colpa. Poi l’idea meglio darci un taglio netto e dividere il male tra più commensali. Nella mia mente si materializza l’idea di un piatto semplice, dal sapore vagamente esotico e un gioco di equilibri tra dolce  e salato. Nascono così questi bocconcini di pollo rapidi e gustosi con un buon sughetto aromatico e cremoso.

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

    • 500 g  di petto di pollo tagliato a fettine
    • 100 g di albicocche essicate
    • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
    • 1 dado classico
    • 1/2 bicchiere di vino bianco
    • poco aglio in polvere (o 1 spicchio in camicia)
    • pepe macinato fresco
    • 1 rametto di rosmarino
    • olio extravergine di oliva

    PROCEDIMENTO:

    Tagliare le albicocche essiccate a pezzetti, poi farle insaporire in padella con un filo di olio extravergine di oliva e l’aglio.

    Nel mentre tagliare a  striscioline anche il petto di pollo, già lavato e asciugato e sminuzzare le foglie di rosmarino, poi unire il tutto alle albicocche in padella.

    Lasciare insaporire 2 minuti a fiamma viva, girandolo spesso e sfumare con il vino bianco.

    Aggiungere il dado classico, una macinata di pepe fresco e la curcuma in polvere. Amalgamare bene e proseguire la cottura a fiamma media per circa 10 minuti ( le mie fettine di pollo erano sottili) o fino a quando il fondo di cottura si sarà ristretto ad una consistenza cremosa e il pollo  sarà ben cotto.