image_pdfimage_print

Caserecce gorgonzola, noci e mandorle

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/caserecce/" rel="tag">Caserecce</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/erborinato/" rel="tag">erborinato</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio/" rel="tag">formaggio</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/frutta-secca/" rel="tag">frutta secca</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gorgonzola/" rel="tag">gorgonzola</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/granella/" rel="tag">granella</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/mandorle/" rel="tag">mandorle</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/noci/" rel="tag">noci</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pasta-corta/" rel="tag">pasta corta</a>Leave a comment
  • 28 Gennaio 2020
  • Ecco una ricetta semplice che non ha nulla da invidiare ai piatti più gustosi ed elaborati.

    Ecco una ricetta semplice che non ha nulla da invidiare ai piatti più gustosi ed elaborati. Continue reading “Caserecce gorgonzola, noci e mandorle”

    “Miele” di tarassaco fatto in casa e Gorgonzola

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori/" rel="tag">fiori</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori-di-campo/" rel="tag">fiori di campo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gorgonzola/" rel="tag">gorgonzola</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/miele/" rel="tag">miele</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tarassaco/" rel="tag">tarassaco</a>Leave a comment
  • 18 Giugno 2016
  • Finalmente l’estate, calda e piacevole, con le sue giornate lunghe e luminose. Insolitamente rigogliosa per le generose piogge cadute, sembra un prolungamento della primavera. Quelle giornate, in cui mi affacciavo al balcone guardavo la campagna retrostante con la sua esplosione di colori. I sentieri verdi tra i campi ancora a riposo, avevano il colore verde […]

    Finalmente l’estate, calda e piacevole, con le sue giornate lunghe e luminose. Insolitamente rigogliosa per le generose piogge cadute, sembra un prolungamento della primavera. Quelle giornate, in cui mi affacciavo al balcone guardavo la campagna retrostante con la sua esplosione di colori. I sentieri verdi tra i campi ancora a riposo, avevano il colore verde e brillante dei prati Irlandesi, mentre il tarassaco e le margherite invadevano ogni centimetro.

    Il richiamo di una bella passeggiata e’ sempre irresistibile, ho tanta voglia di catturare i doni della nuova stagione, e racchiuderli sotto vetro con prelibate conserve da gustare tutto l’anno per ritrovare la sensazione di una primavera fiorita.

    Comincia così il mio viaggio tra le erbe spontanee, con il tarassaco di cui  per inciso si utilizza tutto, foglie in insalata, petali per questo limpido nettare e a seguire gustosi boccioli, ma questa è un’altra avventura!

     

    image

    INGREDIENTI:

    • 200 g di  petali di fiori tarassaco al netto degli scarti
    • 400 g zucchero
    • 800 ml di acqua
    • il succo di 1/2 limone
    • Gorgonzola

    PROCEDIMENTO:

    Lavare i fiori di tarassaco raccolti in acqua fresca, cambiandola per 2-3 volte, poi lasciarli in ammollo per 2 ore. Trascorso questo tempo, scolarli.

    Con un po’ di pazienza iniziare a separare i petali dalla base del fiore, poiché utilizzeremo solo quelli per la ricetta. Vi assicuro che l’operazione è meno complicata di quel che sembra, infatti i fiori tendono a chiudersi e basterà strappare i petali che si saranno chiusi a corona o semplicemente tagliare il fiore sopra il colletto verde.
    image

    Terminata questa operazione, pesate il vostro prodotto. Versate i petali in un tegame a pareti alte ed aggiungete lo zucchero, l’acqua e il succo di limone filtrato

    image

    Portare a bollore con fiamma dolce e lasciare ridurre lentamente per circa 40 minuti. Quando il composto avrà ridotto la quota liquida di almeno 1/3 e mostrerà un colore dorato, toglierlo dal fuoco e filtrarlo per eliminare i petali, strizzandoli, in modo da recuperare tutto il sapore del tarassaco.  Rimettere lo sciroppo sul fuoco e proseguire la cottura, sempre a fiamma dolce, fino a che avrà ridotto il proprio volume e inizierà a fare tante bolle, come nell’immagine. La giusta consistenza vela il cucchiaio ed e’ densa come uno sciroppo.

    image

    Tenete conto che raffreddandosi si addenserà ancora un po’.

    image

    Ecco il risultato finale, ha la stessa cremosita’ del miele e un sapore delicato, lievemente floreale, perfetto da abbinare a buon formaggio Gorgonzola, per cui non resta che tagliarlo a piccoli spicchi e servirlo come aperitivo o antipasto con un buon cucchiaino di miele di tarassaco. All’assaggio si potranno percepire sapori rotondi, piccanti e dolci allo stesso tempo.

    Risotto alle pere e gorgonzola

  • sabrina
  • Tagged <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/brodo/" rel="tag">brodo</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gorgonzola/" rel="tag">gorgonzola</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/noce-moscata/" rel="tag">noce moscata</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pera/" rel="tag">pera</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/riso/" rel="tag">riso</a>, <a href="https://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/risotto/" rel="tag">Risotto</a>Leave a comment
  • 15 Marzo 2016
  • Alla ricerca di un piatto caldo, per riscaldare queste fredde serate sferzate dal vento, guardo le pere mature nel cesto sul tavolo e aprendo il frigo, mi balza all’occhio quel buon trancio di gorgonzola dolce. L’accostamento è immediato! Nella mia mente prende forma e si fa strada l’immagine di questo risotto, tanto candido quanto profumato. […]

    Alla ricerca di un piatto caldo, per riscaldare queste fredde serate sferzate dal vento, guardo le pere mature nel cesto sul tavolo e aprendo il frigo, mi balza all’occhio quel buon trancio di gorgonzola dolce. L’accostamento è immediato! Nella mia mente prende forma e si fa strada l’immagine di questo risotto, tanto candido quanto profumato. Un risotto dall’aspetto suntuoso, elegante alla vista e all’assaggio. Ogni boccone e’ un vortice di emozioni per le papille gustative, delicatamente accarezzate dalla dolcezza della polpa di pera fresca e sferzate dal gorgonzola che regala la sua cremosita’ con picchi di moderata piccantezza. Davvero sublime.

    Alla fine la prova del nove, l’assaggio di mio marito che sull’argomento frutta e piatti salati è sempre  un po’ scettico. Una forchettata……la seconda forchettata poi un sorriso e  la frase che amo tanto: ” Buono tata!”, è musica per le mie orecchie. Lo consiglio vivamente è un piatto inaspettatamente delicato che conquista anche i palati più difficili. A voi la prova.

    INGREDIENTI Per 4 PERSONE:

    • Riso varietà Carnaroli (circa 6 tazzine da caffè colme)
    • scalogno + 1/2
    • 2 carote
    • 1 gambo di sedano
    • 2 pere mature e sane
    • 350 g di gorgonzola
    • 100 g di parmigiano stagionato 30 mesi
    • pepe macinato fresco
    • noce moscata macinata fresca
    • 1 dado o sale
    • sale fino
    • 30 g di burro

    image

    PROCEDIMENTO:

    Iniziare con  la preparazione del brodo vegetale. In una pentola a pareti alte mettere 1 scalogno, le carote, il sedano e 1 dado o se preferite una presa di sale, coprire il tutto con  2 litri di acqua fredda e portare a bollore. Il brodo e’ pronto quando il liquido si è ridotto di circa 1/3 e le verdure sono ben cotte. Tenere in caldo.

    Per il risotto, iniziamo dalla base, facendo appassire a fiamma dolce il 1/2 scalogno tritato finemente con il burro. Aggiungere il riso calcolando circa 6 tazzine da caffè colme come porzione. Farlo tostare a fiamma vivace. Quando i chicchi iniziano a diventare lucidi, proseguire la cottura a fiamma moderata, irrorando gradualmente con il brodo tenuto in caldo.  Aggiungere una macinata di pepe e mescolare  spesso. Nel frattempo prepariamo gli ingredienti che aggiungeremo solo a fine cottura. In una ciotolina a parte grattugiare il parmigiano e la noce moscata ( circa 1 cucchiaino raso). Eliminare la crosta dal trancio di gorgonzola e tagliarlo a pezzettoni. In fine sbucciare le pere e tagliarle a cubetti. Quando il riso avrà raggiunto il giusto grado di  cottura, spegnere la fiamma, aggiungere l’ultimo mestolo di brodo, il parmigiano, la noce moscata, le pere e il gorgonzola. Amalgamare bene, se necessario aggiungere ancora un po’ di brodo per mantenere una bella consistenza cremosa e far sciogliere il formaggio. Servire caldo con una macinata di pepe fresco e se gradite fettine di pera fresca.