image_pdfimage_print

Strudel di sfoglia alle ortiche e Camembert

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/antipasto/" rel="tag">antipasto</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/camembert/" rel="tag">Camembert</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio/" rel="tag">formaggio</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/grana/" rel="tag">grana</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ortica/" rel="tag">ortica</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ortiche/" rel="tag">Ortiche</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sesamo/" rel="tag">Sesamo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/stagionato/" rel="tag">stagionato</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/strudel/" rel="tag">strudel</a>Leave a comment
  • 15 Dicembre 2018
  • Delle qualità delle ortiche e degli incontri casuali che ognuno verosimilmente ha fatto da bambino, ne abbiamo già parlato. Ma delle ortiche che di nuovo fanno capolino nelle romantiche campagne vestite d’autunno, ancora no.

    Delle qualità delle ortiche e degli incontri casuali che ognuno verosimilmente ha fatto da bambino, ne abbiamo già parlato. Ma delle ortiche che di nuovo fanno capolino nelle romantiche campagne vestite d’autunno, ancora no. Continue reading “Strudel di sfoglia alle ortiche e Camembert”

    La mia” yellow sauce “ al peperoncino Jamaican Scotch Bonnet

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/brace/" rel="tag">Brace</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/carne/" rel="tag">carne</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/datterini/" rel="tag">datterini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gialla/" rel="tag">gialla</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/jamaican-scotch-bonnet/" rel="tag">Jamaican scotch Bonnet</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/peperoncino/" rel="tag">peperoncino</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/peperone/" rel="tag">peperone</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/piccante/" rel="tag">piccante</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pollo/" rel="tag">Pollo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pomodorini/" rel="tag">Pomodorini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/salsa/" rel="tag">salsa</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sauce/" rel="tag">sauce</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/yellow/" rel="tag">yellow</a>Leave a comment
  • 16 Agosto 2018
  • Questa ricetta nasce da un’ispirazione diversa e meno convenzionale. Nulla a che vedere con gli accostamenti classici, con il gusto o l’olfatto.

    Questa ricetta nasce da un’ispirazione diversa e meno convenzionale. Nulla a che vedere con gli accostamenti classici, con il gusto o l’olfatto. Continue reading “La mia” yellow sauce “ al peperoncino Jamaican Scotch Bonnet”

    Paccheri al forno con ragù di melanzane

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/asiago/" rel="tag">Asiago</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/besciamella/" rel="tag">besciamella</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio/" rel="tag">formaggio</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/melanzana/" rel="tag">melanzana</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/melanzane/" rel="tag">melanzane</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/origano/" rel="tag">origano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/paccheri/" rel="tag">Paccheri</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ragu/" rel="tag">ragù</a>Leave a comment
  • 14 Luglio 2018
  • Ogni anno ammirando il mio orto, mi rendo contro di come la natura sia ciclica, eppure mai uguale a se stessa.  C’è l’anno della produzione abbondante di zucchine, l’anno dei cetrioli  ma questo vede decisamente protagoniste le melanzane.

    Ogni anno ammirando il mio orto, mi rendo contro di come la natura sia ciclica, eppure mai uguale a se stessa.  C’è l’anno della produzione abbondante di zucchine, l’anno dei cetrioli  ma questo vede decisamente protagoniste le melanzane. Continue reading “Paccheri al forno con ragù di melanzane”

    Verdure ripiene alla ricotta e sesamo nero.

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/grana/" rel="tag">grana</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/melanzane/" rel="tag">melanzane</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/peperoni/" rel="tag">Peperoni</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ricotta/" rel="tag">ricotta</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ripieno/" rel="tag">ripieno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sesamo-nero/" rel="tag">sesamo nero</a>Leave a comment
  • 29 Giugno 2018
  • La ricetta che voglio condividere oggi è una nuova versione tutta vegetariana per gustare le verdure ripiene.

    La ricetta che voglio condividere oggi è una nuova versione tutta vegetariana per gustare le verdure ripiene. Continue reading “Verdure ripiene alla ricotta e sesamo nero.”

    ORTICHE, dalla raccolta alla conservazione

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/conservazione/" rel="tag">conservazione</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/erbe-spontanee/" rel="tag">erbe spontanee</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/freezer/" rel="tag">freezer</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ortiche/" rel="tag">Ortiche</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/raccolta/" rel="tag">raccolta</a>Leave a comment
  • 9 Maggio 2018
  • L’ortica è una delle piante erbacee spontanee più conosciute. Chi nella vita non si è imbattuto almeno una volta nelle sue foglie urticanti! Eppure è una pianta dalle molteplici proprietà benefiche e curative, per non parlare del suo illimitato uso in cucina.

    L’ortica è una delle piante erbacee spontanee più conosciute. Chi nella vita non si è imbattuto almeno una volta nelle sue foglie urticanti! Eppure è una pianta dalle molteplici proprietà benefiche e curative, per non parlare del suo illimitato uso in cucina. Continue reading “ORTICHE, dalla raccolta alla conservazione”

    Vellutata di topinambur e patate dolci all’alloro

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/alloro/" rel="tag">alloro</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/antipasto/" rel="tag">antipasto</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate-americane/" rel="tag">patate americane</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate-dolci/" rel="tag">patate dolci</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/patate-lesse/" rel="tag">patate lesse</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/topinambur/" rel="tag">Topinambur</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/vellutata/" rel="tag">vellutata</a>Leave a comment
  • 29 Novembre 2017
  • Una vellutata dal sapore delicato dei topinambur, quasi dolce grazie all’aggiunta delle patate americane, per finire con la nota aromatica dell’alloro. Un piatto leggero da servire con crostini o per un piccolo assaggio pre-cena come fosse un antipasto che vuole stuzzicare l’appetito senza sovrastare le papille gustative. INGREDIENTI: 500 g di topinambur (al netto degli […]

    Una vellutata dal sapore delicato dei topinambur, quasi dolce grazie all’aggiunta delle patate americane, per finire con la nota aromatica dell’alloro. Un piatto leggero da servire con crostini o per un piccolo assaggio pre-cena come fosse un antipasto che vuole stuzzicare l’appetito senza sovrastare le papille gustative.

    INGREDIENTI:

    • 500 g di topinambur (al netto degli scarti)
    • 500 g di patate americane lessate
    • 1 patata classica grande
    • 2 foglie di alloro fresco
    • 1 dado classico
    • 1 scalogno
    • 1 noce di burro
    • Pepe macinato fresco
    • 1 limone
    • acqua q.b.
    • crostini per accompagnare (facoltativi)

    PROCEDIMENTO:

    Sbucciare tutti i topinambur ed immergerli in una ciotola con acqua e limone, per evitare che possano ossidarsi al contatto con l’aria.

    Terminata questa operazione, far appassire in una pentola a pareti alte, lo scalogno tritato finemente con il burro. Prima che inizi a colorire versarvi i topinambur scolati dall’acqua acidulata, già tagliati a pezzetti e 1 patata classica anch’essa tagliata a cubetti.

    Far insaporire 2 minuti, poi aggiungere il dado, una macinata di pepe, le foglie di alloro fresco e abbondante acqua ( almeno 4 volte il volume delle verdure preparate, poiché a fine cottura uniremo anche le patate americane che addenseranno ulteriormente la vellutata).

    Portare il tutto a bollore e cuocere a fiamma dolce per circa 40 minuti. Nel frattempo sbucciare le patate americane precedentemente lessate. Trascorsi i 40 minuti, il brodo di cottura dovrebbe essersi ridotto di circa 1/4. Aggiungere le patate dolci preparate e cuocere altri 15 minuti.

    A fiamma spenta, togliere le foglie di alloro e frullare il composto con il frullatore ad immersione. Se necessario addensare ulteriormente a fiamma dolce, girando spesso.

    Setacciare la vellutata prima di Impiattare. Servire con crostini se li gradite.

     

    Crocchette di zucca in panatura piccante

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/aperitivo/" rel="tag">aperitivo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/contorno/" rel="tag">contorno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/crocchette/" rel="tag">crocchette</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fritto/" rel="tag">fritto</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/panatura/" rel="tag">panatura</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/peperoncino/" rel="tag">peperoncino</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/stuzzichino/" rel="tag">stuzzichino</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucca/" rel="tag">zucca</a>Leave a comment
  • 28 Agosto 2017
  • Tanto sole e poca pioggia hanno dato vita a piccole zucche  delica  dalla polpa compatta e asciutta, ma soprattutto dolci. Arrivano così le prime zucche di stagione nella mia cucina, con il loro carico di premesse a ricordarci che presto torneremo a parlare di autunno con tutte le sue straordinarie sfumature di tinte calde e […]

    Tanto sole e poca pioggia hanno dato vita a piccole zucche  delica  dalla polpa compatta e asciutta, ma soprattutto dolci.

    Arrivano così le prime zucche di stagione nella mia cucina, con il loro carico di premesse a ricordarci che presto torneremo a parlare di autunno con tutte le sue straordinarie sfumature di tinte calde e profumi avvolgenti.

    Cuocio la prima, rigorosamente tagliata a tranci e arrostita al forno, come piace a me, poi la polpa così soda e asciutta mi invoglia a sperimentare una ricetta nuova, certa che sarà perfetta per una frittura ed un contorno sfizioso.

    INGREDIENTI PER L’IMPASTO:

    •  250 g di polpa di zucca cotta al forno
    • 30 g di parmigiano stagionato 24 mesi
    • 30 g di pangrattato
    • 1 tuorlo
    • 1 presa di sale fino
    • 1 pizzico di aglio secco
    • noce moscata q.b.
    • pepe macinato fresco

    INGREDIENTI PER LA PANATURA:

    •  pangrattato q.b.
    • 1 uovo + 1 albume
    • farina 00 q.b.
    • 1 pizzico di sale fino
    • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere (facoltativo)
    • olio  di semi per friggere

    PROCEDIMENTO:

    In una ciotola lavorare bene la polpa di zucca cotta al forno, fino ad ottenere una consistenza cremosa.

    Aggiungere il parmigiano, il pangrattatato, la noce moscata grattugiata fresca, una presa di sale, pepe macinato fresco, un pizzico di aglio in polvere e per ultimo il tuorlo d’uovo. Amalgamare bene il composto.

    A parte preparare la linea per impanare le crocchette. Versare nel primo contenitore qualche cucchiaio di farina 00, nel secondo sbattere l’uovo e l’albume avanzato , mentre nel terzo dovremo miscelare 5-6 cucchiai di pangrattato con 1 pizzico di sale e 1 cucchiaino di peperoncino in polvere.

    Per realizzare le crocchette io ho utilizzato la siringa per dolci, senza posizionare nessun beccuccio all’estremità d’uscita.

    Dopo aver compattato il composto all’interno della siringa, premendo con lo stantuffo per far fuoriuscire l’aria, iniziate a formare le crocchette facendole cadere direttamente nella farina e tagliandole a circa 3 cm.

    Dopo averle infarinate per bene, traferitele nella seconda vaschetta con l’uovo sbattuto e infine nel pangrattatato piccante.

    Friggere in abbondante olio di semi per circa 1 minuto.

    Far scolare le crocchette su carta per fritti, salare. Servire calde e fragranti.

    Pomodori, ciliegini e datterini al naturale

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/al-naturale/" rel="tag">al naturale</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/basilico/" rel="tag">basilico</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ciliegini/" rel="tag">ciliegini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/conservazione/" rel="tag">conservazione</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/conserve/" rel="tag">conserve</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/datterini/" rel="tag">datterini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pomodori/" rel="tag">Pomodori</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sale/" rel="tag">sale</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sottovetro/" rel="tag">sottovetro</a>Leave a comment
  • 21 Agosto 2017
  • Per chi come me ama cimentarsi nella preparazione delle conserve o semplicemente per chi non vuole rinunciare ai sapori buoni e genuini dell’estate anche nei freddi mesi invernali, ecco una ricettina semplice semplice. I buoni pomodori maturati naturalmente sulla pianta, baciati dal sole fino alla loro completa bontà, per concentrarne il sapore e gli zuccheri […]

    Per chi come me ama cimentarsi nella preparazione delle conserve o semplicemente per chi non vuole rinunciare ai sapori buoni e genuini dell’estate anche nei freddi mesi invernali, ecco una ricettina semplice semplice. I buoni pomodori maturati naturalmente sulla pianta, baciati dal sole fino alla loro completa bontà, per concentrarne il sapore e gli zuccheri sono perfetti per questa preparazione al naturale. Bastano 3 semplici ingredienti ovvero acqua, sale e basilico, mentre la preparazione non richiede nessuna operazione laboriosa. Così dopo aver sempre realizzato questa ricetta con i pomodori ciliegini, quest’anno ho voluto spingermi oltre ed estendere la stessa preparazione ai piccoli datteri e ai fratelli maggiori ramati, i classici da sugo al pomodoro. Il risultato è stato lo stesso, quanto al loro utilizzo, direi che si possa dire infinito. Quest’inverno basterà aprire un vaso del formato che preferite e utilizzarlo per fare un buon sugo per la pasta, un contorno, per guarnire la pizza, per un insalata tiepida, per il pollo alla cacciatora e per tutto ciò che vi suggerisce la fantasia. Come se ancora non bastasse e questa ricetta non fosse abbastanza versatile, potete anche ottenere facilmente dei pelati, la buccia dei pomodori si separerà infatti facilmente senza dover eseguire le laboriose operazioni con acqua calda e fredda dei pomodori freschi incisi, come spesso indicato nelle ricette. A voi la prova!

    INGREDIENTI:

    •  pomodori ciliegini o ramati o datterini, ecc (scegliete il formato che preferite)
    • sale fino
    • foglie di basilico fresco
    • acqua

    PROCEDIMENTO:

    Lavare bene i pomodori, poi adagiarli nei vasi precedentemente sterilizzati (vedi tecnica di “sterilizzazione in forno” nella sezione categorie) premendo leggermente per raggiungere la massima capienza del vaso, calcolando che durante la sterilizzazione i pomodori ridurranno il loro volume cedendo parte dei loro succhi.

    Preparare la soluzione di acqua salata amalgamando 1 hg di sale fino per ogni litro di acqua. Aggiungere 2 foglie di basilico fresco in ogni vaso e coprire il tutto con l’acqua salata.

    Chiudere ermeticamente e sterilizzare  per 15-20 minuti, in base alla capacità dei vasi, da quando inizia il bollore. Trascorso il tempo, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare i vasi nell’acqua.

    Etichettare e riporre in luogo fresco e asciutto, si conservano molto bene anche per 1 anno.

    Pannocchie di mais dolce al burro

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/burro/" rel="tag">burro</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pannocchie/" rel="tag">Pannocchie</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/precotto/" rel="tag">precotto</a>Leave a comment
  • 26 Luglio 2017
  • Tempo di mais, i campi coltivati sono colmi di granoturco alto e rigoglioso. Così mentre l’estate avanza con il suo inesorabile caldo, anche le pannocchie compiono il proprio ciclo di maturazione, sempre più asciutte, dorate e prossime alla raccolta. Mentre lo osservo, mi ricordo di quante volte abbia sentito decantare le lodi delle buone ricette […]

    Tempo di mais, i campi coltivati sono colmi di granoturco alto e rigoglioso. Così mentre l’estate avanza con il suo inesorabile caldo, anche le pannocchie compiono il proprio ciclo di maturazione, sempre più asciutte, dorate e prossime alla raccolta.

    Mentre lo osservo, mi ricordo di quante volte abbia sentito decantare le lodi delle buone ricette di una volta, quando anche una cosa semplice come una pannocchia poteva essere trasformata in un piatto delizioso.

    E’ giunto il momento di provare, ma come primo tentativo, prendo una scorciatoia e acquisto al supermercato le pannocchie precotte, pronte all’uso e prive di scarto. Il resto è la ricetta più semplice che esista ma precede il piacere di afferrare con le mani una dolce pannocchia burrosa tutta da sgranocchiare come bambini pasticcioni.

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

    • 4 pannocchie precotte
    • 30 g di burro
    • sale fino
    • pepe macinato fresco

    PROCEDIMENTO:

    In un tegame antiaderente sciogliere il burro. Rosolarvi le pannocchie precotte , girandole spesso per insaporirle in modo omogeneo. Salare e pepare. Servire calde.

    CONSIGLIO: potete realizzare la stessa ricetta partendo da pannocchie fresche, avendo cura di pulirle  e cuocerle in acqua salata fino a che i chicchi risulteranno più teneri. A questo punto potrete procedere con la successiva cottura nel burro.

    Tortine di robiola e foglie di carota su chips di carota al sesamo

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/carota/" rel="tag">Carota</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/chips/" rel="tag">Chips</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/foglie-di-carota/" rel="tag">foglie di carota</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/grana/" rel="tag">grana</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/robiola/" rel="tag">robiola</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sesamo/" rel="tag">Sesamo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sesamo-nero/" rel="tag">sesamo nero</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tortino/" rel="tag">tortino</a>Leave a comment
  • 19 Giugno 2017
  • Sarà la crisi economica, sarà la moda culinaria o forse la voglia di spingersi verso nuovi orizzonti e barricate da scavalcare, quel che è certo è la regola che in cucina non si butta via niente. Della mia curiosità culinaria vi ho già parlato, assaggiare qualcosa di nuovo, dai fiori sempre visti per le decorazioni […]

    Sarà la crisi economica, sarà la moda culinaria o forse la voglia di spingersi verso nuovi orizzonti e barricate da scavalcare, quel che è certo è la regola che in cucina non si butta via niente. Della mia curiosità culinaria vi ho già parlato, assaggiare qualcosa di nuovo, dai fiori sempre visti per le decorazioni alle foglie sempre gettate come prodotto di scarto, decisamente l’idea di stuzzicare il palato con nuovi profumi mi elettrizza e forse dientro tutto questo c’è qualcosa di più…..

    Mi piace pensare che in qualche modo è il nostro istinto di sopravvivenza ad emergere, qualcosa di ancestrale che ci insegna tutte quelle doti del vivere con ciò che offre la natura, rispettandola in tutte le sue forme, quasi a dirle che siamo molto grati per ciò che ci offre e non intendiamo certo sprecarlo o addirittura abusarne.

    Così tra pensieri romantici e spiegazioni più razionali mi accingo ad utilizzare questi morbidi e profumati mazzetti di foglie che concentrano in se molti profumi. Nasce così una ricetta leggera e gustosa che elogia la carota in diverse forme e cotture.

     

    INGREDIENTI:

    •  6 carote fresche con l’intero mazzo di foglie
    • 100 g di formaggio robiola
    • 40 g di parmigiano grattugiato a media stagionatura
    • 30 g di pangrattato
    • 2 uova
    • noce moscata grattugiata fresca q.b.
    • sale fino
    • pepe macinato fresco
    • 1 noce di burro + 2 cucchiai di pangrattato per imburrare gli stampini
    • olio extravergine di oliva
    • 2 cucchiai di semi di sesamo bianco
    • 2 cucchiai di semi di sesamo nero

    PROCEDIMENTO:

    Lavare bene e scolare le foglie delle carote.

    Tagliarle finemente a coltello.

     

    Versare il trito ottenuto in una ciotola con il parmigiano grattugiato, il pangrattato, le uova, e una buona grattugiata di noce moscata. Amalgamare bene.

    Aggiungere il formaggio robiola ed amalgamare ancora fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo.

    Regolare di sale e pepe.

    Imburrare gli stampini e cospargerli del pangrattato tenuto da parte. Versare 2-3 cucchiai di composto in ogni stampino, senza superare il margine , poiché in cottura tenderanno a gonfiarsi leggermente.

    Infornare a 180 gradi per circa 15-20 minut. Sfornare e lasciare intiepidire.

    Intantolavare e pelare le carote. Tagliarle in petali sottili utilizzando il pelapatate. Saltare le fettine ottenute in padella antiaderente a fiamma viva con un filo di olio extravergine di oliva, sale, pepe, il sesamo nero e il sesamo bianco per 3-4 minuti o fino a quando iniziano a dorarsi, pur mantenendo la croccantezza.

     

    Impiattare con un letto di chips di carota al sesamo e i tortini di foglie al forno.