image_pdfimage_print

Pomodori, ciliegini e datterini al naturale

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/al-naturale/" rel="tag">al naturale</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/basilico/" rel="tag">basilico</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ciliegini/" rel="tag">ciliegini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/conservazione/" rel="tag">conservazione</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/conserve/" rel="tag">conserve</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/datterini/" rel="tag">datterini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pomodori/" rel="tag">Pomodori</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sale/" rel="tag">sale</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sottovetro/" rel="tag">sottovetro</a>Leave a comment
  • 21 Agosto 2017
  • Per chi come me ama cimentarsi nella preparazione delle conserve o semplicemente per chi non vuole rinunciare ai sapori buoni e genuini dell’estate anche nei freddi mesi invernali, ecco una ricettina semplice semplice. I buoni pomodori maturati naturalmente sulla pianta, baciati dal sole fino alla loro completa bontà, per concentrarne il sapore e gli zuccheri […]

    Per chi come me ama cimentarsi nella preparazione delle conserve o semplicemente per chi non vuole rinunciare ai sapori buoni e genuini dell’estate anche nei freddi mesi invernali, ecco una ricettina semplice semplice. I buoni pomodori maturati naturalmente sulla pianta, baciati dal sole fino alla loro completa bontà, per concentrarne il sapore e gli zuccheri sono perfetti per questa preparazione al naturale. Bastano 3 semplici ingredienti ovvero acqua, sale e basilico, mentre la preparazione non richiede nessuna operazione laboriosa. Così dopo aver sempre realizzato questa ricetta con i pomodori ciliegini, quest’anno ho voluto spingermi oltre ed estendere la stessa preparazione ai piccoli datteri e ai fratelli maggiori ramati, i classici da sugo al pomodoro. Il risultato è stato lo stesso, quanto al loro utilizzo, direi che si possa dire infinito. Quest’inverno basterà aprire un vaso del formato che preferite e utilizzarlo per fare un buon sugo per la pasta, un contorno, per guarnire la pizza, per un insalata tiepida, per il pollo alla cacciatora e per tutto ciò che vi suggerisce la fantasia. Come se ancora non bastasse e questa ricetta non fosse abbastanza versatile, potete anche ottenere facilmente dei pelati, la buccia dei pomodori si separerà infatti facilmente senza dover eseguire le laboriose operazioni con acqua calda e fredda dei pomodori freschi incisi, come spesso indicato nelle ricette. A voi la prova!

    INGREDIENTI:

    •  pomodori ciliegini o ramati o datterini, ecc (scegliete il formato che preferite)
    • sale fino
    • foglie di basilico fresco
    • acqua

    PROCEDIMENTO:

    Lavare bene i pomodori, poi adagiarli nei vasi precedentemente sterilizzati (vedi tecnica di “sterilizzazione in forno” nella sezione categorie) premendo leggermente per raggiungere la massima capienza del vaso, calcolando che durante la sterilizzazione i pomodori ridurranno il loro volume cedendo parte dei loro succhi.

    Preparare la soluzione di acqua salata amalgamando 1 hg di sale fino per ogni litro di acqua. Aggiungere 2 foglie di basilico fresco in ogni vaso e coprire il tutto con l’acqua salata.

    Chiudere ermeticamente e sterilizzare  per 15-20 minuti, in base alla capacità dei vasi, da quando inizia il bollore. Trascorso il tempo, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare i vasi nell’acqua.

    Etichettare e riporre in luogo fresco e asciutto, si conservano molto bene anche per 1 anno.

    Rose di pizza con formaggio filante e capuliato siciliano

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/antipasto/" rel="tag">antipasto</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/capuliato/" rel="tag">Capuliato</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio-filante/" rel="tag">formaggio filante</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pizza/" rel="tag">Pizza</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rose/" rel="tag">rose</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sottilette/" rel="tag">sottilette</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/stuzzichino/" rel="tag">stuzzichino</a>Leave a comment
  • 3 Dicembre 2016
  • Con questa ricetta apro un nuovo capitolo dedicato al capuliato, un prodotto tipico siciliano composto da un trito di pomodori secchi e erbe aromatiche. Non si tratta di un capuliato qualsiasi, ne di un prodotto commerciale! Bensì di un dono speciale, di una mia collega di lavoro Donatella, alla quale dedico questo nuovo filone culinario. […]

    Con questa ricetta apro un nuovo capitolo dedicato al capuliato, un prodotto tipico siciliano composto da un trito di pomodori secchi e erbe aromatiche. Non si tratta di un capuliato qualsiasi, ne di un prodotto commerciale! Bensì di un dono speciale, di una mia collega di lavoro Donatella, alla quale dedico questo nuovo filone culinario. Un capuliato preparato a regola d’arte, dalle mani sapienti lella mamma, guidate dalla tradizione. I profumi intensi del sud si concentrano in questo prodotto, con quel pizzico di amore materno che rende speciale ogni piatto.

    INGREDIENTI PER LA PASTA DA PIZZA: (dosi  per 2 teglie)

     

    •  500 g di farina 00
    • 300 ml di acqua tiepida
    • 10 g di sale fino
    • 1/2 cubetto di lievito di birra
    • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
    • 1/2 cucchiaino di zucchero

    INGREDIENTI PER LA FARCIA:

    • 10 cucchiai circa di capuliato siciliano
    • 16 sottilette di formaggio.

    PROCEDIMENTO:

    Prendere 300 ml di acqua tiepida e dividerla in 2 parti. In una metà sciogliere il lievito di birra con lo zucchero. Nell’altra metà sciogliere il sale ed emulsionare con l’olio d’oliva. In una capiente ciotola versare la farina, formare un incavo al centro e versarvi i composti creati. Con una forchetta iniziare a mescolare partendo dal centro, verso l’esterno, incorporando gradatamente la farina. Quando la quota liquida e’ stata completamente assorbita, versare il tutto sulla spianatoia infarinata e impastare a mano. Se necessario aggingere altra farina, fino a quando il composto risulta omogeneo e non si attacca più alle mani. Riporre nella ciotola e far lievitare per 1 ora in luogo caldo.( Io metto tutto in forno a 30 gradi, per una buona lievitazione assicurata).

    img_8542

    Terminata la prima lievitazione, riprendere il composto, dividerlo in 2 parti e stenderle entrambe con il matterello su fogli di carta da forno BEN INFARINATI ad uno spessore di circa 1/2 cm.

    img_8543

    Farcire ogni foglio di pasta con 5 cucchiai abbondanti di capuliato, (già scolato dall’olio di conservazione), distribuendolo in modo omogeneo. Sovrapporre le sottilette.

    img_8544

    Con l’aiuto della carta forno, iniziare ad arrotolare la pasta, senza stringere troppo per favorirne la successiva lievitazione e cottura omogenea.

    img_8546 img_8549

    Con un coltello ben affilato, tagliare il rotolo in fette di 3-4 cm di larghezza.

    img_8554 img_8556

    Con cautela, separare le fette ritagliate adagiarle in uno stampo circolare foderato di carta forno, lasciando spazio tra loro, poiché lievitando il loro volume aumenterà.

    img_8557

    Riporre lo stampo in forno a 30 gradi e proseguire con la seconda lievitazione per circa 1 ora o fino a quando il loro volume sarà aumentato tanto da colmare gli spazi della teglia.

    img_8559

    Terminata la lievitazione cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi con modalità statica per 25-30 minuti A cottura ultimata, la superficie sarà fragrante, mantenendo la mollica soffice e il formaggio gratinato.

    CONSIGLIO: io non ho aggiunto volutamente altri condimenti sulla superficie, poiché già il mio capuliato era molto saporito e ha conferito alla pasta tutti i suoi profumi.

    Pomodori gratinati ai fiori di basilico viola

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/basilico-viola/" rel="tag">basilico viola</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori/" rel="tag">fiori</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/grana/" rel="tag">grana</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/perini-gratinato/" rel="tag">perini.gratinato</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pomodori/" rel="tag">Pomodori</a>Leave a comment
  • 10 Ottobre 2016
  • Ed ecco gli ultimi pomodori della stagione. Rossi e brillanti, come superstiti di un tempo passato. Eppure anche se non si direbbe, il loro aspetto così accattivante inganna un po’, perché a dispetto del loro colore, il sapore non gode più dei caldi raggi di sole e conserva un vago sapore acerbo. Anche la loro […]

    Ed ecco gli ultimi pomodori della stagione. Rossi e brillanti, come superstiti di un tempo passato. Eppure anche se non si direbbe, il loro aspetto così accattivante inganna un po’, perché a dispetto del loro colore, il sapore non gode più dei caldi raggi di sole e conserva un vago sapore acerbo. Anche la loro straordinaria dolcezza ormai è latitante.

    Bisogna correre ai ripari e rendere giustizia agli ultimi doni dell’orto, come un ringraziamento per ciò che mi ha dato è un buon auspicio per la prossima stagione. Decido allora di non consumarli a crudo, bensì di ingentilirli con una cottura in forno, mentre un fedele compagno dei miei pomodori corre in loro aiuto e regala i propri fiori all’impasto di gratinatura, esaltando il sapore della loro amicizia.

    img_7481

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

    •  12- 15 pomodori perini
    • 60 g di pangrattato
    • 30 g di parmigiano a media stagionatura
    • 1 mancaiata di prezzemolo fresco
    • 3-4 rametti di fiori di basilico viola
    • pepe macinato fresco
    • olio extravergine di oliva
    • 1/2 spicchio di aglio
    • sale

    PROCEDIMENTO:

    Lavare e tagliare a metà tutti i pomodori.

    image

    image

    Con delicatezza incidere ogni metà ed estrarre la polpa interna, da conservare per la farcitura. Salare leggermente i pomodori scavati, lasciare riposare 10 minuti, poi girarli con la concavità rivolta verso il basso ed infornarli a 180 gradi per 15 minuti.

    image

    Nel frattempo possiamo preparare l’impasto per la gratinatura.  Riprendere la polpa interna dei pomodori, messa da parte e scolarla, per eliminare il succo in eccesso. Tagliarla grossolanamente a coltello e versarla in una ciotola.

    image
    Aggiungere il pangrattato, il parmigiano, il prezzemolo fresco tritato, un pizzico di sale, una macinata di pepe fresco, l’aglio tritato e i fiori freschi di basilico viola. Amalgamare bene il tutto.

    image image image

    Sfornare i pomodori fatti appassire in forno, lasciare raffreddare brevemente, poi girarli e farcirli con l’impasto ottenuto.

    image

    Condire con 1 filo di olio extravergine di oliva ed infornare nuovamente a 180 gradi per 10-15 minuti con funzione ventilata.

    image

    Sono ottimi da gustare sia caldi che freddi, magari con un ciuffetto di maionese.