image_pdfimage_print

Lasagne al forno con zucchine grigliate e pancetta al pepe

  • sabrina
  • Leave a comment
  • 24 Giugno 2016
  • Ecco la ricetta di una buona lasagna al forno, delicata e saporita al tempo stesso. Certo la sua cottura prevede l’utilizzo del forno, e ho scoperto che molti preferiscono farne a meno per la stagione estiva, ma io no! Rimane in assoluto una delle mie cotture preferite, così accendo la sua ventola e mi lascio […]

    Ecco la ricetta di una buona lasagna al forno, delicata e saporita al tempo stesso. Certo la sua cottura prevede l’utilizzo del forno, e ho scoperto che molti preferiscono farne a meno per la stagione estiva, ma io no! Rimane in assoluto una delle mie cotture preferite, così accendo la sua ventola e mi lascio trasportare dai profumi che diffonde, perché proprio non posso farne a meno. In ogni caso è una ricetta ottima per tutte le  stagioni e si conserva molto bene anche in freezer, da gustare quando le temperature in calo faranno tornare la voglia di piatti più elaborati e caldi.

    INGREDIENTI PER 6 PORZIONI:

    • 2 zucchine
    • 150 g di pancetta al pepe affettata
    • 500 ml di latte parzialmente scremato
    • 40 g di burro
    • 300 g di farina di grano duro
    • 100 g di semola rimacinata + qualche manciata per la spianatoia
    • 2 cucchiai di farina 00
    • sale fino
    • pepe macinato fresco
    • noce moscata
    • parmigiano grattugiato a media stagionatura
    • 4 uova
    • olio extra vergine di oliva

    PROCEDIMENTO:

    Lavare e tagliare le zucchine  a fette sottili di circa 3-4 mm e cuocerle alla piastra spennellandole con olio extravergine di oliva, sale e pepe macinato fresco. Girarle più volte durante la cottura.

    image

    Iniziamo con la preparazione della pasta fresca. In una ciotola impastare 4 uova intere, con un pizzico di sale, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, la farina di grano duro e la semola rimacinata. Se necessario aggiungere un po’ di semola rimacinata per la lavorazione. Lasciare riposare 30 minuti coperta con pellicola per alimenti, per raggiungere il giusto grado di umidità. Dopo Il riposo, iniziare a stendere la sfoglia  sulla spianatoia infarinata , tagliarla a quadrati e lasciarla asciugare un po’.

    Proseguiamo con la preparazione della besciamella. In una pentola a pareti alte, scaldare il latte con il burro e un pizzico di sale. Quando il latte e’ caldo e prossimo al bollore, unire gradualmente la farina setacciata, mescolando di continuò con la frusta. A poco a poco la besciamella inizierà ad addensarsi. Quando la superficie inizierà ad incresparsi, con piccole bolle, e’ pronta. Spegnere il fuoco ed unire una buona grattugiata di noce moscata.

    image

    Lessare i quadrati di pasta fresca in abbondante acqua salata con un cucchiaino di olio d’oliva, mantenendole leggermente al dente, poiché subiranno una seconda cottura il forno.

    image

    Gli ingredienti ora ci sono tutti, possiamo assemblare la nostra lasagna

    image image image image

    In una pirofila da forno, versare qualche cucchiaio di besciamella, coprire il fondo con i fogli di pasta precotta, formare un secondo strato con la pancetta al pepe affumicata, uno strato con le zucchine grigliate e per ultimo uno strato di besciamella e parmigiano grattugiato. Continuare ripetendo gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti. Terminando con la besciamella e il parmigiano.

    image

    Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi con funzione statica per 25-30 minuti. Servire calda.

    image

     

    “Miele” di tarassaco fatto in casa e Gorgonzola

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori/" rel="tag">fiori</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori-di-campo/" rel="tag">fiori di campo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gorgonzola/" rel="tag">gorgonzola</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/miele/" rel="tag">miele</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tarassaco/" rel="tag">tarassaco</a>Leave a comment
  • 18 Giugno 2016
  • Finalmente l’estate, calda e piacevole, con le sue giornate lunghe e luminose. Insolitamente rigogliosa per le generose piogge cadute, sembra un prolungamento della primavera. Quelle giornate, in cui mi affacciavo al balcone guardavo la campagna retrostante con la sua esplosione di colori. I sentieri verdi tra i campi ancora a riposo, avevano il colore verde […]

    Finalmente l’estate, calda e piacevole, con le sue giornate lunghe e luminose. Insolitamente rigogliosa per le generose piogge cadute, sembra un prolungamento della primavera. Quelle giornate, in cui mi affacciavo al balcone guardavo la campagna retrostante con la sua esplosione di colori. I sentieri verdi tra i campi ancora a riposo, avevano il colore verde e brillante dei prati Irlandesi, mentre il tarassaco e le margherite invadevano ogni centimetro.

    Il richiamo di una bella passeggiata e’ sempre irresistibile, ho tanta voglia di catturare i doni della nuova stagione, e racchiuderli sotto vetro con prelibate conserve da gustare tutto l’anno per ritrovare la sensazione di una primavera fiorita.

    Comincia così il mio viaggio tra le erbe spontanee, con il tarassaco di cui  per inciso si utilizza tutto, foglie in insalata, petali per questo limpido nettare e a seguire gustosi boccioli, ma questa è un’altra avventura!

     

    image

    INGREDIENTI:

    • 200 g di  petali di fiori tarassaco al netto degli scarti
    • 400 g zucchero
    • 800 ml di acqua
    • il succo di 1/2 limone
    • Gorgonzola

    PROCEDIMENTO:

    Lavare i fiori di tarassaco raccolti in acqua fresca, cambiandola per 2-3 volte, poi lasciarli in ammollo per 2 ore. Trascorso questo tempo, scolarli.

    Con un po’ di pazienza iniziare a separare i petali dalla base del fiore, poiché utilizzeremo solo quelli per la ricetta. Vi assicuro che l’operazione è meno complicata di quel che sembra, infatti i fiori tendono a chiudersi e basterà strappare i petali che si saranno chiusi a corona o semplicemente tagliare il fiore sopra il colletto verde.
    image

    Terminata questa operazione, pesate il vostro prodotto. Versate i petali in un tegame a pareti alte ed aggiungete lo zucchero, l’acqua e il succo di limone filtrato

    image

    Portare a bollore con fiamma dolce e lasciare ridurre lentamente per circa 40 minuti. Quando il composto avrà ridotto la quota liquida di almeno 1/3 e mostrerà un colore dorato, toglierlo dal fuoco e filtrarlo per eliminare i petali, strizzandoli, in modo da recuperare tutto il sapore del tarassaco.  Rimettere lo sciroppo sul fuoco e proseguire la cottura, sempre a fiamma dolce, fino a che avrà ridotto il proprio volume e inizierà a fare tante bolle, come nell’immagine. La giusta consistenza vela il cucchiaio ed e’ densa come uno sciroppo.

    image

    Tenete conto che raffreddandosi si addenserà ancora un po’.

    image

    Ecco il risultato finale, ha la stessa cremosita’ del miele e un sapore delicato, lievemente floreale, perfetto da abbinare a buon formaggio Gorgonzola, per cui non resta che tagliarlo a piccoli spicchi e servirlo come aperitivo o antipasto con un buon cucchiaino di miele di tarassaco. All’assaggio si potranno percepire sapori rotondi, piccanti e dolci allo stesso tempo.

    Gnocchi di ricotta ai fiori dell’orto e semi di papavero

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/borragine/" rel="tag">borragine</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/cavolo-cappuccio/" rel="tag">cavolo cappuccio</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/edibili/" rel="tag">edibili</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori/" rel="tag">fiori</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fiori-di-zucca/" rel="tag">fiori di zucca</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gnocchi/" rel="tag">Gnocchi</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/ricotta/" rel="tag">ricotta</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/rucola/" rel="tag">rucola</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/semi-di-papavero/" rel="tag">semi di papavero</a>Leave a comment
  • 14 Giugno 2016
  • Giornate di sole e spirito bucolico vanno di pari passo. La bella stagione e il sole che finalmente scalda la pelle, mi hanno vista tornare nel mio piccolo adorato orto. Un mondo magico e incantato, dove ogni pensiero vola via. Nessuna paura, solo rispetto puro tra me intenta a svolgere i miei lavori di manutenzione […]

    Giornate di sole e spirito bucolico vanno di pari passo. La bella stagione e il sole che finalmente scalda la pelle, mi hanno vista tornare nel mio piccolo adorato orto. Un mondo magico e incantato, dove ogni pensiero vola via. Nessuna paura, solo rispetto puro tra me intenta a svolgere i miei lavori di manutenzione e le api che mi ronzano intorno, altrettanto intente a compiere il proprio dovere tra pollini e profumi di ogni tipo. La voglia di godere di questa straordinaria natura e’ tanta ma gli ortaggi sono ancora un troppo acerbi, così osservando le api laboriose nella mia mente si fa strada una nuova ricetta che prevede proprio l’utilizzo dei fiori dell’orto. Piante montate a seme e fiori pazientemente colti e conservati in freezer dalla primavera, come fossero gioielli, certa che presto avrebbero vissuto il loro momento di celebrità.  Così e’ nata l’eleganza di questi gnocchi soffici come nuvole, dal sapore delicato di ricotta, saltati in un mix di fiori dell’orto e burro fuso, con sorprendenti sapori.

    image image

    INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

    • 250 g di ricotta ( di mucca o pecora, secondo il vostro gusto)
    • 100 g di parmigiano a media stagionatura
    • 40 g di farina 00
    • 20 g di fecola di patate PANEANGELI
    • una generosa grattugiata di noce moscata
    • 1 uovo
    • fiori edibili  misti dell’orto (  di malva, di zucchina,  di borragine, di rucola, di lattuga, di basilico e di cavolo cappuccio viola)
    • 40 g di burro
    • 1 spicchio di aglio in camicia
    • 1 cucchiaino di dado vegetale (io ho usato quello fatto in casa)
    • semi di papavero
    • pepe macinato fresco
    • sale
    • 1 cucchiaio di olio d’oliva

    PROCEDIMENTO:

    In una ciotola lavorare bene con la spatola la ricotta, fino ad ottenere una crema soffice, poi aggiungere il parmigiano grattugiato, la farina, la fecola , la noce moscata grattugiata fresca ed infine l’uovo. Amalgamare bene il tutto.

    image

    Il risultato è un composto omogeneo e molto soffice. Mettere da parte in attesa che l’acqua di cottura inizi a bollire.

    image

    Intanto in un tegame sciogliere Il burro con uno spicchio di aglio in camicia, aggiungervi i fiori che abbiamo scelto per la ricetta, dopo averli lavati, scolati e tagliato a listarelle i più grandi, come ad esempio i fiori di zucca che dovranno anche essere privati del pistillo.

    image

    Saltarli 1 minuto nel burro, con il cucchiaino di dado vegetale e una macinata di pepe fresco, poi spegnere il fuoco.

    Quando l’acqua bolle, salarla, aggiungere il cucchiaio di olio e con l’aiuto di un cucchiaino o se preferite con la tasca da pasticcere  per una forma più regolare, iniziare a creare gli gnocchi, facendoli cadere direttamente nella’acqua in ebollizione. Mescolare di tanto in tanto e proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti. Quando salgono in superficie sono cotti, raccoglierli con il mestolo a buchi e versarli direttamente nel tegame con il burro e i fiori.

    image

    Saltarli 1 minuto con il condimento, se necessario aggiungere 1/2 mestolo dell’acqua di cottura per legare meglio i componenti. Impiattare caldo  decorando con semi di papavero e se gradite, qualche fiore fresco.

    CONSIGLIO: Esistono moltissimi fiori edibili, on line potete trovare la lista completa, non solo dei classici da orto, ma anche delle piante da giardino. Se invece preferite una ricetta più tradizionale, potete realizzarla anche con i soli fiori di zucca, il risultato sarà comunque molto gradevole.

    L’impasto degli gnocchi non prevede volutamente l’aggiunta di sale, in quanto il sapore e’ già garantito dal parmigiano a media stagionatura.

     

     

     

    Millefoglie di tonno e melanzane al basilico

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/basilico/" rel="tag">basilico</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/emulsione/" rel="tag">emulsione</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/melanzana/" rel="tag">melanzana</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/millefoglie/" rel="tag">Millefoglie</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/nubia/" rel="tag">Nubia</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tagliata-di-tonno/" rel="tag">tagliata di tonno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/tonno/" rel="tag">Tonno</a>Leave a comment
  • 10 Giugno 2016
  • Per la cena di questa sera ho pensato ad una ricetta estiva e dal sapore fresco, senza rappresentare necessariamente un piatto freddo. Il punto di partenza sono delle buonissime melanzane Nubia, dalla buccia striata e delicata piccantezza. Il secondo protagonista che ho scelto per la ricetta è  una deliziosa tagliata di tonno che adoro e […]

    Per la cena di questa sera ho pensato ad una ricetta estiva e dal sapore fresco, senza rappresentare necessariamente un piatto freddo. Il punto di partenza sono delle buonissime melanzane Nubia, dalla buccia striata e delicata piccantezza. Il secondo protagonista che ho scelto per la ricetta è  una deliziosa tagliata di tonno che adoro e si presta davvero a molti abbinamenti.

    image

    INGREDIENTI per 4 PERSONE:

    • 4 tranci  di tonno
    • 2 melanzane ( io ho usato la qualità Nubia)
    • 10-12 foglie di basilico fresco
    • 2 manciate di sale grosso
    • pepe macinato fresco
    • il succo di 1/4 di limone
    • olio extravergine di oliva
    • 3 cucchiai di semi di sesamo
    • sale fino
    • aglio secco in polvere

    PROCEDIMENTO:

    Lavare ed affettare le melanzane a fette dello spessore di circa 1/2 cm. Disporle nel colapasta, alternando gli strati con poco sale grosso, infine sormontare il tutto con un peso, affinché possano perdere la propria acqua di vegetazione e l’amarezza.

    image image image

    Lasciare scolare per 2 ore. Trascorso questo tempo sciacquare le melanzane, per eliminare il sale residuo e disporle nella placca del formo già rivestita con apposita carta. Condire con un filo di olio extravergine di oliva, pepe macinato fresco, poco aglio secco in polvere e 1/2 bicchiere di acqua.

    image

    Infornare a 180 gradi per circa 25 minuti o fino a quando saranno tenere, senza sfaldarsi. Mettere da parte.

    Mentre cuociono le melanzane lavare i tranci di tonno fresco, poi metterli a marinare con olio d’oliva, un pizzico di sale e i semi di sesamo, massaggiando il condimento su ogni lato del tonno.

    image

    Coprire con pellicola per alimenti e riporre in frigorifero, fino al momento di cuocerlo.

    image

    Prepariamo ora l’emulsione di basilico. Lavarne bene le foglie in acqua fresca, asciugarle e versarle in un contenitore a pareti alte, aggiungere il succo del limone, un pizzico di sale fino e olio extra vergine di oliva q.b. per trittare bene il basilico, procedendo a scatti per non ossidare gli ingredienti.

    image

    Mettere sul fuoco un tegame antiaderente, quando sarà ben caldo, scottare 2-3 minuti per lato  i tranci di tonno.

    image

    E’ giunto il momento di assemblare la millefoglie. Versare su ogni piatto da portata un filo di emulsione di basilico ed iniziare a sovrapporvi le fettine di melanzana  alternandole con il trancio di tonno, tagliato a fettine sottili, le melanzane cotte al forno e 1/2 cucchiaino di emulsione di basilico. Servire tiepido.

    image

    CONSIGLIO: Per il corretto consumo in sicurezza dei tranci di tonno, va sempre rispettata la regola delle 96 ore di gelo, seguita da un lento scongelamento in frigo, per debellare il batterio Anisakis. (Solo il cuore del trancio di tonno non viene raggiunto dal calore durante la cottura).

    Biscotti alla frutta secca

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/biscotto/" rel="tag">biscotto</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fichi-secchi/" rel="tag">fichi secchi</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/frolla/" rel="tag">frolla</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/frutta-secca/" rel="tag">frutta secca</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/mandorle/" rel="tag">mandorle</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/mirtilli-rossi-secchi/" rel="tag">mirtilli rossi secchi</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/noci/" rel="tag">noci</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/noci-pecan/" rel="tag">noci pecan</a>Leave a comment
  • 5 Giugno 2016
  • Voglia di biscotti? Io si e di quelli rustici, saporiti e fragranti. Questa frolla neutra assorbe tutto il sapore della scorza di limone e della frutta secca. Ottimi a colazione o a merenda, per un carico di sana energia. INGREDIENTI: 300 g di farina 00 150 g di zucchero 150 g di burro 2 uova […]

    Voglia di biscotti? Io si e di quelli rustici, saporiti e fragranti. Questa frolla neutra assorbe tutto il sapore della scorza di limone e della frutta secca. Ottimi a colazione o a merenda, per un carico di sana energia.

    INGREDIENTI:

    • 300 g di farina 00
    • 150 g di zucchero
    • 150 g di burro
    • 2 uova intere + 1 tuorlo
    • 1 cucchiaino di lievito per dolci PANEANGELI
    • la scorza grattugiata di 1 limone biologico
    • 12 fichi secchi
    • 2 manciate di mirtilli rossi essiccati
    • 1 manciata di noci (al netto degli scarti)
    • 1 manciata di noci Pecan
    • 2 manciate di mandorle

    PROCEDIMENTO:

    In una terrina impastare la farina con le uova, lo zucchero, il burro ammorbidito a temperatura ambiente, il lievito e la scorza grattugiata di un limone intero, fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico, che non si appiccica alle mani ( se necessario aggiungere qualche cucchiaio di farina).

    image

    Versare tutta la frutta secca nel mixer e trittarla grossolanamente, poi aggiungere il tutto alla frolla ed impastare nuovamente, cercando di distribuirla in modo omogeneo.

    image image

    Con le mani dare all’impasto la forma di un cilindro, da avvolgere in pellicola per alimenti, stringendo bene le estremità come una caramella per compattare la frolla, poi riporla in frigorifero a riposare per almeno 1 ora.

    image image

    Trascorso questo tempo, estrarre la frolla dal frigorifero e tagliarla a fettine di circa 1/2 cm di spessore. Disporle nella teglia del forno foderata dall’apposita carta, mantenendole leggermente distanziate l’una dall’altra per permetterne la lievitazione.

    image

    image

    Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15- 20 minuti.

    CONSIGLIO: la frutta secca della ricetta può essere sostituita anche con altra frutta secca a piacere, secondo il vostro gusto personale.

    Per conservare più a lungo i biscotti, potete conservarli in una scatola di latta.