image_pdfimage_print

Polpettine alla santoreggia con confettura di mirtilli

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/aperitivo/" rel="tag">aperitivo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/confettura/" rel="tag">confettura</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/limone/" rel="tag">limone</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/mirtilli/" rel="tag">mirtilli</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/polpette/" rel="tag">Polpette</a>Leave a comment
  • 31 Marzo 2016
  • Cosa c’è di più gustoso ed economico delle polpette? Piccole sfere di succulenta bontà, saporite, delicate, piccanti o speziata si compongono di ogni ingrediente e diciamocelo  pure, se sfruttiamo avanzi di un precedente pasto, sono ancora più buone e soddisfacenti. Portare in tavola un piatto che soddisfa l’appetito e quella voglia di sfizioso e’ facile […]

    Cosa c’è di più gustoso ed economico delle polpette? Piccole sfere di succulenta bontà, saporite, delicate, piccanti o speziata si compongono di ogni ingrediente e diciamocelo  pure, se sfruttiamo avanzi di un precedente pasto, sono ancora più buone e soddisfacenti. Portare in tavola un piatto che soddisfa l’appetito e quella voglia di sfizioso e’ facile con delle buone polpette casalinghe e il piacer di aver riciclato qualcosa che non volevamo sprecare, come base di un nuovo piatto reinterpretato, accresce la nostra soddisfazione.

    Poi rimane la questione del dolce in sospeso! Chi l’ha detto che una polpettine saporita non può avvicinarsi ad una delicata confettura e strizzarle l’occhio?  Il metodo Ikea insegna. Quanti di noi facendo un giro al centro commerciale hanno notato quello strano accostamento? Io si e da brava golosa ho anche ceduto alla tentazione di assaggiarle. Rimangono solo 2 strade da percorrere, se avete stabilito che vi piacciono.  Potete comprare tutto pronto al piccolo shop o reinventarle a casa con gli ingredienti che vi piacciono. Io ho scelto la seconda strada, perché amo cucinare ovviamente e perché cerco sempre la genuinità dei prodotti casalinghi. Non mi resta che condividere con voi la mia ricetta.

    INGREDIENTI per le POLPETTE:

    • 500 g di macinato misto
    • 100 g di pangrattato
    • 100 g formaggio grattugiato (io ho usato il 24 mesi)
    • 1 uovo intero
    • 1/2 spicchio di aglio tritato fine
    • 2 cucchiai di santoreggia essiccata ( sostituibile con prezzemolo fresco)
    • pepe macinato fresco
    • 1 presa di sale fino

    INGREDIENTI per la  PANATURA:

    • 100 g circa di pangrattato
    • 100 g circa di farina 00
    • 1 uovo
    • 4 cucchiai di parzialmente scremato
    • 1 pizzico di sale fino olio extra vergine di oliva per la cottura in forno

    INGREDIENTI per la CONFETTURA:

    • 250 g di mirtilli
    • 100 g di zucchero
    • il succo e le scorzette di 1/2 limone

    PROCEDIMENTO:

    Preparare l’impasto mescolando in una ciotola tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un composto omogeneo. Coprire e lasciare riposare qualche minuto.
    A parte preparare una ciotola con  il restante pangrattato, una ciotola con farina 00 e una terza ciotola in cui sbatteremo 1 uovo con un pizzico di sale e 3-4 cucchiai di latte parzialmente scremato.

    Prelevare piccole porzioni di impasto e formare delle palline compatte ruotandole tra le mani. Passare ogni polpettine prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e per ultimo nel pangrattato. Proseguire in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti.

    Foderare la teglia del forno con apposta carta e adagiarvi le polpettine impanate. Condire con un filo di olio extra vergine di oliva e infornare a 180 gradi con funzione statica per circa 20 minuti, poi terminare la cottura con 5 minuti di funzione ventilata, affinché la panatura possa dorarsi e risultare croccante.

    Mentre le polpettine cuociono in forno, possiamo dedicarci alla preparazione della confettura.

    Lavare i mirtilli, versarli in una pentolino antiaderente, aggiungere il succo e le scorzette del limone e lo zucchero, mescolare bene e portare a bollore. Cuocere circa 10 minuti mescolando spesso, poi spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.

    Servire le polpettine calde accompagnate dalla confettura di mirtilli, magari per un aperitivo sfizioso.

    CONSIGLIO: la cottura delle polpette in forno, permette di contenere le calorie e le rende più digeribili senza perdere il piacere di polpettine morbide dentro e croccanti all’esterno.

    Dolcetti panna e fragola

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/dolcetti/" rel="tag">Dolcetti</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fragole/" rel="tag">fragole</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pan-di-spagna/" rel="tag">pan di Spagna</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/panna-fresca/" rel="tag">panna fresca</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/panna-montata/" rel="tag">panna montata</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/vaniglia/" rel="tag">vaniglia</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucchero-a-velo/" rel="tag">zucchero a velo</a>Leave a comment
  • 26 Marzo 2016
  • Finalmente è arrivata la primavera  con tutta la freschezza dei sui ingredienti. Si comincia con i prodotti più precoci, delle serre per prepararsi ad accogliere la stagione conclamata, dove fragole, asparagi e tutti gli altri, godono del tepore del sole, sempre più presente e della terra, che è piena di vita e di nutrimento per […]

    Finalmente è arrivata la primavera  con tutta la freschezza dei sui ingredienti. Si comincia con i prodotti più precoci, delle serre per prepararsi ad accogliere la stagione conclamata, dove fragole, asparagi e tutti gli altri, godono del tepore del sole, sempre più presente e della terra, che è piena di vita e di nutrimento per affrontare l’estate e dare il meglio di se’.

    Questi dolcetti dal sapore delicato ed dall’aspetto elegante sono già molto gustosi con le prima fragole, non voglio immaginare quando li preparerò nuovamente con le fragole più dolci e succose di maggio. Ho già l’acquolina in bocca, e voi?

    INGREDIENTI per 3-4 PORZIONI:

    • 40 g di farina 00
    • 25 g di fecola di patate
    • 60 g di zucchero
    • 20 g di burro
    • 1/2 bacca di vaniglia
    • 1/2 bustina di lievito per dolci
    • 2 uova
    • 125 ml di panna fresca
    • 1 cestino di fragole
    • zucchero a velo vanigliato

    PROCEDIMENTO:

    Si parte con la preparazione del pan di Spagna alla vaniglia.

    Separare i tuorli dagli albumi. In una ciotola lavorare con lo sbattitore elettrico i tuorli, con lo zucchero, il burro ammorbidito e i semi di mezza bacca di vaniglia, fino a formare una crema soffice. Aggiungere gradatamente la farina, la fecola di patate e il lievito setacciati. Amalgamare bene.

    Montare a nave gli albumi ed incorporarli al composto mescolando dal basso verso l’alto.

    Rivestire  una teglia da forno abbastanza ampia con apposita carta e versarvi il composto, cercando di spargerlo un po’ con il cucchiaio, poiché a fine cottura, dovremo ottenere un “foglio” di pan di Spagna di uno spessore che non superi il cm. Infornare a 180 gradi per 6-8 minuti in modalità statica. A cottura ultimata, sfornare e lasciare raffreddare.

    A parte pulire le fragole e tagliarle a pezzetti piccoli, aggiungere 1 cucchiaio di zucchero e lasciarle riposare affinché rilascino il proprio succo.  A piacere conservare qualche fragola fresca, per guarnire. Montare la panna fresca, aggiungere un cucchiaio di zucchero a velo vanigliato e farla riposare in frigorifero.

    Poco prima  di servire, ricavare dei cerchi di pan di Spagna  non troppo grandi, adagiare il primo disco sul piatto, bagnare con qualche cucchiaino di succo rilasciato dalle fragole, farcire con la panna montata mescolata ai pezzetti di fragola, scolati dal succo e ricoprire con un secondo disco di pan di Spagna. Spolverare con zucchero a velo e servire.

     

    Guinness cake

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/bicarbonato/" rel="tag">bicarbonato</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/cioccolato/" rel="tag">cioccolato</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/crema/" rel="tag">crema</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fondente/" rel="tag">fondente</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/formaggio/" rel="tag">formaggio</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/guinness/" rel="tag">Guinness</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/panna-fresca/" rel="tag">panna fresca</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/philadelphia/" rel="tag">Philadelphia</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/torta/" rel="tag">Torta</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucchero-a-velo/" rel="tag">zucchero a velo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucchero-muscovado/" rel="tag">zucchero muscovado</a>Leave a comment
  • 17 Marzo 2016
  • Proprio in questi giorni ho preparato questa torta di pura ispirazione anglosassone. L’ingrediente predominante e’ la birra Guinness. Densa e profumata incontra il gusto inconfondibile dello zucchero muscovado, di cui tante volte ho sentito parlare e trovandolo in un supermercato londinese, non ho potuto resistere. L’inaugurazione del mio zucchero e’ ben riuscita in questa torta […]

    Proprio in questi giorni ho preparato questa torta di pura ispirazione anglosassone. L’ingrediente predominante e’ la birra Guinness. Densa e profumata incontra il gusto inconfondibile dello zucchero muscovado, di cui tante volte ho sentito parlare e trovandolo in un supermercato londinese, non ho potuto resistere. L’inaugurazione del mio zucchero e’ ben riuscita in questa torta che accosta sapientemente il dolce e l’amaro. A completare questo mix di armoniosi contrasti, ci pensa la crema di panna e formaggio spalmabile,  preparata all’ultimo  per poi essere distribuita generosamente sulla torta. Assolutamente da provare per assaporare un dolce che esce dagli schemi tradizionali.

    Nel giorno in cui tutto si tinge di verde smeraldo per la festa di San Patrizio, condivido con voi questa ricetta golosa.

    INGREDIENTI:

    • 330 ml di birra Guinness
    • 180 g di farina Manitoba
    • 200 g di zucchero muscovado
    • 150 g di burro
    • 80 g cioccolato fondente
    • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
    • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci

    INGREDIENTI per la COPERTURA:

    • 250 ml di panna fresca
    • 150 g di formaggio spalmabile (io ho usato Philadelphia)
    • 1 cucchiaio di zucchero a velo ( non vanigliato)

    PROCEDIMENTO:

    Per cominciare, sciogliere nel microonde a 400 watt per circa 4 minuti il burro, insieme al cioccolato fondente spezzettato grossolanamente, mescolando di tanto in tanto. Versare la crema ottenuta nel boccale dell’impastatrice o in una terrina, unire lo zucchero e mescolare bene. Incorporare la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato. A qusto punto versare gradualmente la birra Guinness, mescolando continuamente, fino a raggiungere una crema omogenea. Versare nella tortiera rivestita di carta forno ( bagnata e strizzata per farla aderire bene allo stampo) e infornare a 180 gradi con modalità statica per circa 30 minuti. Verificare la cottura facendo la prova dello stecchino.

    A parte montare con lo sbattitore elettrico, la panna fresca con il formaggio spalmabile, fino ad ottenere una crema soda, aggiungere lo zucchero a velo e mescolare ancora pochi secondi.

    Quando la base della torta alla Guinness sarà completamente raffreddata, versarvi la crema di formaggio distribuendola sulla superficie per formare uno strato omogeneo e generoso.

    image

    Risotto alle pere e gorgonzola

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/brodo/" rel="tag">brodo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/gorgonzola/" rel="tag">gorgonzola</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/noce-moscata/" rel="tag">noce moscata</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/parmigiano/" rel="tag">parmigiano</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pera/" rel="tag">pera</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/riso/" rel="tag">riso</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/risotto/" rel="tag">Risotto</a>Leave a comment
  • 15 Marzo 2016
  • Alla ricerca di un piatto caldo, per riscaldare queste fredde serate sferzate dal vento, guardo le pere mature nel cesto sul tavolo e aprendo il frigo, mi balza all’occhio quel buon trancio di gorgonzola dolce. L’accostamento è immediato! Nella mia mente prende forma e si fa strada l’immagine di questo risotto, tanto candido quanto profumato. […]

    Alla ricerca di un piatto caldo, per riscaldare queste fredde serate sferzate dal vento, guardo le pere mature nel cesto sul tavolo e aprendo il frigo, mi balza all’occhio quel buon trancio di gorgonzola dolce. L’accostamento è immediato! Nella mia mente prende forma e si fa strada l’immagine di questo risotto, tanto candido quanto profumato. Un risotto dall’aspetto suntuoso, elegante alla vista e all’assaggio. Ogni boccone e’ un vortice di emozioni per le papille gustative, delicatamente accarezzate dalla dolcezza della polpa di pera fresca e sferzate dal gorgonzola che regala la sua cremosita’ con picchi di moderata piccantezza. Davvero sublime.

    Alla fine la prova del nove, l’assaggio di mio marito che sull’argomento frutta e piatti salati è sempre  un po’ scettico. Una forchettata……la seconda forchettata poi un sorriso e  la frase che amo tanto: ” Buono tata!”, è musica per le mie orecchie. Lo consiglio vivamente è un piatto inaspettatamente delicato che conquista anche i palati più difficili. A voi la prova.

    INGREDIENTI Per 4 PERSONE:

    • Riso varietà Carnaroli (circa 6 tazzine da caffè colme)
    • scalogno + 1/2
    • 2 carote
    • 1 gambo di sedano
    • 2 pere mature e sane
    • 350 g di gorgonzola
    • 100 g di parmigiano stagionato 30 mesi
    • pepe macinato fresco
    • noce moscata macinata fresca
    • 1 dado o sale
    • sale fino
    • 30 g di burro

    image

    PROCEDIMENTO:

    Iniziare con  la preparazione del brodo vegetale. In una pentola a pareti alte mettere 1 scalogno, le carote, il sedano e 1 dado o se preferite una presa di sale, coprire il tutto con  2 litri di acqua fredda e portare a bollore. Il brodo e’ pronto quando il liquido si è ridotto di circa 1/3 e le verdure sono ben cotte. Tenere in caldo.

    Per il risotto, iniziamo dalla base, facendo appassire a fiamma dolce il 1/2 scalogno tritato finemente con il burro. Aggiungere il riso calcolando circa 6 tazzine da caffè colme come porzione. Farlo tostare a fiamma vivace. Quando i chicchi iniziano a diventare lucidi, proseguire la cottura a fiamma moderata, irrorando gradualmente con il brodo tenuto in caldo.  Aggiungere una macinata di pepe e mescolare  spesso. Nel frattempo prepariamo gli ingredienti che aggiungeremo solo a fine cottura. In una ciotolina a parte grattugiare il parmigiano e la noce moscata ( circa 1 cucchiaino raso). Eliminare la crosta dal trancio di gorgonzola e tagliarlo a pezzettoni. In fine sbucciare le pere e tagliarle a cubetti. Quando il riso avrà raggiunto il giusto grado di  cottura, spegnere la fiamma, aggiungere l’ultimo mestolo di brodo, il parmigiano, la noce moscata, le pere e il gorgonzola. Amalgamare bene, se necessario aggiungere ancora un po’ di brodo per mantenere una bella consistenza cremosa e far sciogliere il formaggio. Servire caldo con una macinata di pepe fresco e se gradite fettine di pera fresca.

     

    Hamburger di scottona con uovo cremoso e funghi shiitake

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/funghi/" rel="tag">funghi</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/hamburger/" rel="tag">Hamburger</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/lardo/" rel="tag">lardo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/occhio-di-bue/" rel="tag">occhio di bue</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/scottona/" rel="tag">scottona</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/shiitake/" rel="tag">shiitake</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/uova/" rel="tag">uova</a>Leave a comment
  • 13 Marzo 2016
  • Voglia di hamburger? Eccome!!! Dopo l’accostamento delicato del primo esperimento con salmone, finocchi e basilico, arriva l’hamburger di scottona.  Il più gudurioso dove la carne magra scottata a dovere incontra un saporito lardo affettato sottile, i gustosi funghi shiitake saltati con una noce di burro e un cremoso tuorlo d’uovo che avvolge il tutto. Che […]

    Voglia di hamburger? Eccome!!! Dopo l’accostamento delicato del primo esperimento con salmone, finocchi e basilico, arriva l’hamburger di scottona.  Il più gudurioso dove la carne magra scottata a dovere incontra un saporito lardo affettato sottile, i gustosi funghi shiitake saltati con una noce di burro e un cremoso tuorlo d’uovo che avvolge il tutto. Che dire, non sarà la cenetta più dietetica, ma lo strappo alla regola e’ sempre ammesso. Vi svelerò anche il pretesto per elaborare questo goloso piatto. Da tempo avevo letto la ricetta per fare i panini da hamburger in casa, fatta di pochi semplici ingredienti. La curiosità mi ha spinta a provare questa ricetta genuina, per non comprare più i panini confezionati, ricchi di conservanti e con un retro gusto lievemente acidulo. Per tanto senza inventare nulla di nuovo, condivido con voi questa ricettina di facile esecuzione e buon risultato, così come l’ho trovata io in diversi siti. Non resta che liberare la fantasia e affondare un morso dopo l’altro in questo gudurioso hamburger o in tutto quello che la creatività e il gusto personale vi suggeriscono.

    INGREDIENTI per 4 PERSONE:

    PER LA FARCITURA:

    • 4 hamburger di scottona
    • 1 hg di lardo stagionato delle Alpi affettato sottile
    • 4 uova
    • 1 hg di funghi shiitake essiccati
    • olio extra vergine di oliva
    • una noce di burro
    • sale fino
    • pepe macinato fresco
    • un pizzico di aglio essiccato

    PER L’IMPASTO DEI PANINI DA HAMBURGER:

    • 450 g di farina 00
    • 50 di zucchero
    • 180 ml di acqua calda
    • 30 g di burro ammorbidito
    • 1 uovo intero
    • 1 cucchiaino di sale fino
    • 1 bustina di lievito di birra in polvere

    PER LA COPERTURA DEI PANINI:

    • 1 tuorlo d’uovo sbattuto con un cucchiaino di acqua
    • semi di sesamo

    PROCEDIMENTO per gli HAMBURGER:

    Lavorare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.

    image

    Far lievitare in luogo caldo per almeno 2 ore. Io utilizzo sempre il forno, acceso in modalità statica a 30-40 gradi, la lievitazione e’ garantita.

    Trascorso questo tempo estrarre l’impasto, reimpastarlo .e dividerlo già in 6-8 palline.

    image

    Adagiarle direttamente sulla teglia del forno rivestita con apposita carta, mantenendole distanziate tra loro e proseguire la lievitazione, sempre in forno  per circa 1 ora o fino a quando avranno raddoppiato il loro volume.

    Terminata la seconda lievitazione, in una ciotolina amalgamare il tuorlo d’uovo con un cucchiaino d’acqua e spennellare la superficie di ogni panino, poi spolverare con una manciata di semi di sesamo.

    image

    Infornare a 190 gradi  e cuocere per circa 15 minuti. Lasciar raffreddare e farcire a piacere.

    PROCEDIMENTO per la FARCITURA:

    Mettere in ammollo in acqua tiepida i funghi shiitake almeno 5-6 ore prima per reidratarli bene.

    image image

    Trascorso questo tempo sciogliere in tegame una noce di burro  con un pizzico di aglio in polvere. Aggiungere i funghi estratti dall’acqua, senza gettare quest’ultima, poiché la utilizzeremo in cottura. Salare, pepare e saltare  1 minuto a fiamma viva, poi irrorare con l’acqua dei funghi filtrandola per eliminare i residui sul fondo e proseguire la cottura a fiamma dolce.

    image image

    Quando il fondo di cottura si sarà ristretto. Spegnere e mantenere in caldo.

    In un altro tegame o se preferite sulla piastra, cuocere l’hamburger di scottona, con un pizzico di sale, una macinata di pepe fresco e un filo di olio extravergine di oliva.

    image

    Appena prima di comporre il piatto cuocere le uova. Nel terzo tegame  scaldare un cucchiaino di olio extravergine di oliva. Quando avrà raggiunto la giusta temperatura, rompervi un uovo intero per ogni commensale, facendo attenzione a non rompere il tuorlo. Salare, pepare e cuocere i classici occhi di bue, in cui il tuorlo si mantiene semi-crudo e cremoso.

    E’ giunto il momento di comporre il nostro hamburger. Tagliare il panino a metà , adagiare la base nel piatto di portata  e farcire con l’hamburger di scottona caldo, il lardo affettato, i funghi shiitake e per ultimo l’uovo all’occhio di bue.

    imageimageimage image

    Sormontare la cupola del panino senza premere. Il piacere di veder scendere copioso il tuorlo d’uovo ed avvolgere il tutto, spetta ad ogni commensale.

    image

    Mancano solo delle ottime birre ghiacciate, per sedersi a tavola in allegria e gustare l’hamburger gudurioso!

    Panini da hamburger fatti in casa

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fatto-in-casa/" rel="tag">fatto in casa</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/hamburger/" rel="tag">Hamburger</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/sesamo/" rel="tag">Sesamo</a>Leave a comment
  • Girovagando per il web mi sono imbattuta in questa ricetta davvero deliziosa. Facile e composta da ingredienti semplici, ci regala il piacere di buon hamburger fatto in casa, farcito a piacere, ma soprattutto genuino e casalingo al 100%. INGREDIENTI: 450 g di farina 00 50 di zucchero 180 ml di acqua calda 30 g di […]

    Girovagando per il web mi sono imbattuta in questa ricetta davvero deliziosa. Facile e composta da ingredienti semplici, ci regala il piacere di buon hamburger fatto in casa, farcito a piacere, ma soprattutto genuino e casalingo al 100%.

    INGREDIENTI:

    • 450 g di farina 00
    • 50 di zucchero
    • 180 ml di acqua calda
    • 30 g di burro ammorbidito
    • 1 uovo intero
    • 1 cucchiaino di sale fino
    • 1 bustina di lievito di birra in polvere

    PER LA COPERTURA DEI PANINI:

    • 1 tuorlo d’uovo sbattuto con un cucchiaino di acqua
    • semi di sesamo

    PROCEDIMENTO:

    Lavorare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.

    image

    Far lievitare in luogo caldo per almeno 2 ore. Io utilizzo sempre il forno, acceso in modalità statica a 30-40 gradi, la lievitazione e’ garantita.

    Trascorso questo tempo estrarre l’impasto, reimpastarlo e dividerlo già in 6-8 palline.

    image

    Adagiarle direttamente sulla teglia del forno rivestita con apposita carta, mantenendole distanziate tra loro e proseguire la lievitazione, sempre in forno per circa 1 ora o fino a quando avranno raddoppiato il loro volume.

    Terminata la seconda lievitazione, in una ciotolina amalgamare il tuorlo d’uovo con un cucchiaino d’acqua e spennellare la superficie di ogni panino, poi spolverare con una manciata di semi di sesamo.

    image

    Infornare a 190 gradi e cuocere per circa 15 minuti. Lasciar raffreddare e farcire a piacere.

     

    Baccalà al pomodoro piccante

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/baccala/" rel="tag">Baccalà</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/dissalare/" rel="tag">dissalare</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/peperoncino/" rel="tag">peperoncino</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/piccante/" rel="tag">piccante</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pomodoro/" rel="tag">pomodoro</a>Leave a comment
  • 10 Marzo 2016
  • Continue reading “Baccalà al pomodoro piccante”

    Fagottini di mela al triplo zucchero

  • sabrina
  • Tagged <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/fagottini/" rel="tag">fagottini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/forno/" rel="tag">forno</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/mela/" rel="tag">mela</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/miele/" rel="tag">miele</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pasta-frolla/" rel="tag">pasta frolla</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/pasticcini/" rel="tag">pasticcini</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucchero-a-velo/" rel="tag">zucchero a velo</a>, <a href="http://ilpentolinosmaltato.com/index.php/tag/zucchero-di-canna/" rel="tag">zucchero di canna</a>Leave a comment
  • 1 Marzo 2016
  • Detto così il titolo sembra lo sponsor di un diabete di alta qualità  con annesso l’appuntamento dal dentista di fiducia. Eppure questi pasticcini sorprendono all’assaggio, per la loro leggerezza e facilità di esecuzione. Poco zucchero di canna, un filo di miele e una spolverata di zucchero a velo addolciscono delicatamente gli  spicchi di mela fresca, […]

    Detto così il titolo sembra lo sponsor di un diabete di alta qualità  con annesso l’appuntamento dal dentista di fiducia. Eppure questi pasticcini sorprendono all’assaggio, per la loro leggerezza e facilità di esecuzione. Poco zucchero di canna, un filo di miele e una spolverata di zucchero a velo addolciscono delicatamente gli  spicchi di mela fresca, solo sbucciati e oppotunamente nascosti nel caldo abbraccio della frolla. Fragranti, corposi e profumati sono ottimi da gustare con il tè  o per una golosa merenda dei bambini a base di frutta.

    INGREDIENTI:

    • 1 foglio di pasta frolla
    • 2-3 mele
    • 1 cucchiaio di zucchero di canna
    • 1-2 cucchiai di miele della qualità che preferite
    • zucchero a velo vanigliato

    PROCEDIMENTO:

    Stendere il rotolo di pasta frolla sulla propria carta forno.

    image

    Con un coltello affilato dividere il disco di pasta in tanti spicchi.

    image

    Spargere a filo creando una spirale il miele che preferiamo. In questo caso io avevo un miele di eucalipto, ma altre volte ho utilizzato sia il miele di acacia che il  comune millefiori, senza modificare la bontà di questi pasticcini. Spolverare con lo zucchero di canna, cercando di distribuirlo in modo omogeneo.

    image

    È giunto il momento di sbucciare le nostre mele. Tagliamole in 4 o più spicchi, priviandoli del torsolo e adagiamo direttamente uno spicchio su ogni triangolo di frolla. Eseguire questa operazione all’ultimo minuto, consente di utilizzare le mele in purezza, senza trattarle con il succo di limone per evitare che si ossidino.

    image

    A questo punto possiamo chiudere i nostri fagottini, partendo dall’estremità più larga del triangolo di frolla. Arrotolarli su se stessi, facendo aderire bene la pasta allo spicchio di mela.

    image

    Disporre i fagottini leggermente distanziati sulla placca rivestita di carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi  con funzione ventilata per circa 15 minuti o fino a quando la frolla inizierà a dorarsi sui margini.

    image

    Sfornare, lasciare raffreddare e servire con una spolverata di zucchero a velo.